dolomiti superski + pozza di fassa + nuovo collegamento buffaure-ciampac

località: pozza di fassa, ladinia
regione: trentino e alto-adige
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: sabato 1 gennaio 2005
Data fine viaggio: giovedì 6 gennaio 2005

DOLOMITI SUPERSKI -Pozza di Fassa- LA SKI AREA DEL BUFFAURE-CIAMPAC - IL NUOVO COLLEGAMENTO SKI INAUGURATO IN DICEMBRE 2004.

Diciamo subito una cosa: la zona è arcifamosa, nel meraviglioso (ed unico al mondo) comprensorio sciistico della Dolomiti SuperSki Area. Tutti gli sciatori doc la conoscono abbondantemente: il Sella Ronda (verde o arancio) è un must irrinunciabile! Ogni altro commento turistico geografico è superfluo e ridondante.
La Val di Fassa, le rinomate località di Moena, Canazei, i paesi ladini di Pozza, Pera,Vigo, Campitello aspettavano da tempo questo evento. E da metà Dicembre 2004 si è concretizzato. Il collegamento ski dalla zona del Buffaure ( a Pozza di Fassa) al Ciampac ( Alba di Canazei) era atteso da anni, ostacolato fino all'ultimo dagli ambientalisti per quattro sperdute malghe e due stalle giù nella valletta sotto il Col de Valvacin verso Sella Brunech, dove ora passa la seggiovia.
Ora si "vola" dalla telecabina del Buffaure sino all'arrivo della funivia di Alba/Ciampac, planando dall'alto del Sella Brunech, in inimmaginabili panorami mozzafiato. E poi giù per la meravigliosa "nera" del Ciampac, che sarebbe ancora più bella se curata a dovere come tutte le altre della zona.
Indubbiamente il nuovo collegamento ( due seggiovie, una bella, seppur corta pista a scendere giù dal Col de Valvacin ed al ritorno una comoda facile pista collegamento da Sella Brunech) ha raggiunto gli obiettivi prefissati. Raddoppio dell'afflusso di sciatori agli impianti di Pozza/Buffaure, che ora non devono più allungare la strada di oltre 13km per raggiungere Alba di Canazei e rilancio della zona del Ciampac, povero fanalino di coda di tutta la zona. In contropartita (ahinoi!) gran traffico stradale e coda ( mai nel passato) all'impianto che porta in quota. Comunque accettabile. Da quest'anno poi gli skipass con microchip dovrebbero facilitare il transito, anche se all'inizio gli addetti agli impianti devono sovrintendere il corretto utilizzo e regolare il traffico. Soprattutto una preghiera: che le cabine o i posti in seggiovia vengano riempiti ed utilizzati a dovere ed al meglio, lasciando perdere i vari crocchi familiari e di amici che rallentano la portata.! Ma e' tipico di noi italiani - anche in seggiovia e/o "ovovia" ( termine desueto, ma come dicono da Firenze in giù) - voler sempre ritrovarci in gruppi, aspettandoci e riaspettandoci agli impianti in modo da frenare un corretto afflusso ed utilizzo civile. Pazienza, poi non lamentiamoci delle code!
Certo, ora con questo nuovo collegamento - a condizione di essere svegli presto di buon ora e sulle piste diciamo non più tardi delle nove - si potrà compiere un meraviglioso Sella Ronda senza la necessità di utilizzare la propria auto per recarsi alla maxifunivia di Campitello o alla telecabina di Canazei/Pecol/Belvedere, ma usufruendo poi delle navette ( skibus) predisposti.
I valligiani daranno arcicontenti, alberghi e ristoranti presi d'assalto. Tutto sommato, a biglie ferme, il gioco vale la candela.


Condividi questo articolo se ti è piaciuto...