SALENTO E DINTORNI viaggio fotografico di Paola e Pino

località: castel del monte, marina di novaglie, leuca, gallipoli, otranto
regione: puglia, salento
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: sabato 13 agosto 2005
Data fine viaggio: sabato 20 agosto 2005

Una vacanza nella parte sud-orientale della Puglia, piccole escursioni e brevi passaggi nell’alta Murgia, la scoperta dei “sassi” di Matera. Otto giorni all’insegna del mare e del sole lungo la costa frastagliata e inaccessibile del Salento, fino alle dorate spiagge di Gallipoli, attraverso l’obbiettivo della nostra macchina fotografica.

Castel del Monte, l’affascinante ed enigmatica struttura ottagonale, fatta costruire da Federico II di Svevia verso il 1240, domina la piana di Andria nell’alta Murgia. Un castello dove forse l’imperatore non soggiornò mai e che ancora oggi pone interrogativi sulle ragioni della sua edificazione e le motivazioni legate alla scelta del sito.

Alberobello, straordinario esempio di architettura urbana spontanea, il centro storico monumentale è composto da circa 1.500 trulli. I trulli sono costruzioni quadrangolari di origine antichissima caratteristiche per il loro tetto conico composto di "chiancarelle" roccia calcarea assemblata a secco, senza l'utilizzo di malta o di altro materiale legante.
Le prime notizie su questi insediamenti risalgono al 1300, si ritiene comunque che il luogo fosse già abitato nel periodo neolitico e che queste strutture confermavano la continuità e la persistenza della tipologia costruttiva a "tholos" della zona.

La storia del Salento è tormentata e affascinante, ricca di testimonianze di antiche civiltà che dalla preistoria ad oggi si sono succedute nel corso dei secoli. Il tempo ha amalgamato i segni delle dominazioni greca, romana, bizantina, normanna, aragonese, miscelandoli fra loro. Otranto in particolare conserva integri i segni di queste culture, i suoi monumenti di grande interesse storico e architettonico rappresentano un patrimonio di grande valore e di indiscutibile bellezza.

Marina di Novaglie è una minuscola località turistica incastonata tra bellissimi scogli a picco sul mare. Un porticciolo scavato nella roccia accoglie le barche dei pescatori, tutt’intorno alloggi turistici, alcuni dei quali ricavati dalle pagliare, i vecchi magazzini che i contadini usavano costruire con le pietre.

Leuca, protesa nel mare tra i due promontori di Punta Meliso e Punta della Ristola è adagiata sulle propaggini di una collina dolcemente degradante. Qui si adorava Minerva; il tempio eretto dai Greci era situato dove oggi è il santuario di Santa Maria de Finibus Terrae, meta di continui pellegrinaggi.

Gallipoli in greco significa bella città e tale è il giudizio che il turista si fa scoprendola girando per le sue vie. All’istante colpisce la sua atmosfera, il
suo odore mediterraneo, il suo colore. Le sue strette viuzze di volta in volta offrono allo sguardo la facciata di una chiesa, un ricco portone, un balcone fiorito.


I Sassi, patrimonio mondiale dell’Umanità dal 1993, annoverati tra i siti sotto la protezione dell’Unesco, costituiscono il vecchio nucleo abitativo della città di Matera. I vecchi rioni prendono forma all’interno di due ampie cavità rocciose e si caratterizzano per una incredibile architettura rupestre che, anzichè costruire il pieno nel vuoto, scavava il vuoto nel pieno. In queste povere case, che prendevano aria e luce solo dalla porta, vivevano in promiscuità uomini e bestie. Ora per fortuna non sono più il simbolo della miseria, ma la testimonianza di un antichissimo civile passato, a disposizione degli occhi del mondo.






Condividi questo articolo se ti è piaciuto...