La terza grotta d'Italia

località: bossea
regione: piemonte
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: domenica 26 ottobre 2008
Data fine viaggio: domenica 26 ottobre 2008

La grotta di Bossea, spesso chiamata al plurale forse per le sue tante stanze interne e la sua ampiezza enorme, si trova in montagna, vicino a Frabosa Soprana (CN).
E' la terza grotta per ampiezza ed importanza in Italia e in questa grotta vi sono diverse stazioni scientifiche stabili per lo studio dei minerali ecc...i quali dati vanno al politecnico di Torino e in diverse parti d'Italia per essere studiate.
Si arriva a Bossea e si seguono i cartelli per la grotta fino ad un ampio caseggiato dove francamente l'ingresso non è neanche segnalato poi tanto bene. Il caseggiato contiene un bar minuscolo ma ben fornito, un piccolo negozietto di oggetti e souvenir della grotta e non solo e alcune vetrinette con i prodotti locali della valle come il miele, le marmellate o i digestivi a base di fiori e piante......
Una grande sala che funge sia da ricevimento/ristorante che per alcune serate didattiche sulle grotte che vengono tenute da speleologi e ricercatori.
Con 10 euro a testa si fa il biglietto d'ingresso alla grotta per il tragitto piu' esteso che dura circa 1,5 ore ed è una visita guidata. Vi sono 2 ingressi il mattino e 2 al pomeriggio, l'ultimo è alle 16:30. Vi sono sconti per i bambini e comitive, le guide che accompagnano i turisti nelle grotte sono le stesse che si occupano del bar e del negozio di souvenir.
La visita è interessante e a dir poco stupefacente, prima di entrare di certo non mi aspettavo quello che poi ho avuto modo di vedere, sono stata piacevolmente colpita ed è una visita che vale il suo prezzo, la consiglio sia per la bellezza che per l'interesse naturale e scientifico.
La grotta all'interno ha un sentiero percorribile senza troppa fatica ed illuminato, vi sono punti in cui bisogna prestare attenzione e all'interno il fondo è scivoloso, clima umido e fresco, ma vale davvero la pena prendere un po' di freddo per vedere l'interno di questa grande grotta dalle mille meraviglie.
All'interno della grotta poi, 2 volte l'anno, in una sala particolare ed estesa, vengono fatti 2 concerti, uno il 26 dicembre e uno il 16 agosto, direi a dir poco suggestivo fare un concerto in una grotta......
Si parte in gruppo percorrendo un camminamento che si arrampica leggermente sulla montagna, si arriva all'ingresso e tramite un percorso stretto si arriva fin da subito in luoghi stupefacenti. Il camminamento all'interno è quasi tutto fatto di scalini in cemento con corrimano che è utile per sorreggersi e non scivolare. La guida durante il tour fa almeno 5 fermate per dare spiegazioni sia storiche che naturalistiche del posto.
La grotta è antichissima ed è grandissima sia a livelli di ampiezza di superficie che altezza, arriva ad essere davvero altissima con vedute ad arco molto ampie.
Cio' che all'interno si puo' vedere sono visioni davvero uniche e bellissime, i colori sono quasi fatati e l'ambiente è si umido ma non malsano visto che all'interno vi è acqua corrente che tutto sommato fa comunque circolare l'aria ed evita la formazione di micro organismi nocivi per le delicate e magnifiche formazioni rocciose calcaree che compongono la grotta.
La grotta è stata interamente scavata dall'acqua e l'acqua che vi scorre è un'acqua molto calcarea, questo ha facilitato la formazione di stallattiti e stallagmiti molto ampie e molto ben visibili.
Si passa da ampi spazi con vedute bellissime su soffitti e formazioni rocciose e calcaree a laghetti, cascate, pozze di acqua cristallina, buchi altissimi nella roccia dove un tempo passava l'acqua e ora non piu', nuove formazioni giovani, grandi formazioni antiche.
I classici nomi che vengono dati alle formazioni calcaree sono quelli tipici dell'ambiente, babbo natale, il balcone di Giulietta, il missile e cosi' via per le forme e le misure delle conformazioni.
I colori sono irresistibilmente rilassanti e si passa dal bianco al grigio, il giallo, marrone, arancione, verde, azzurro, marrone scuro e sfumature color crema.
All'interno è consigliato fare fotografie senza flash, per la conservazione del microsistema, grazie al corrimano in metallo si possono fare belle foto anche senza flash in quanto ci si puo' appoggiare al corrimano, le conformazioni piu' belle sono tutte illuminate mentre l'ambiente in generale ha una debole illuminazione giallastra.
Nella sala delle meraviglie, la piu' grande della grotta, dove vi è la stazione scientifica stabile e dove si tengono i concerti, vi sono i resti di ossa animali ritrovate nella grotta, conservate in teche di vetro; in una grande teca poi vi è la ricostruzione quasi integrale di un orso delle caverne, autentico, con le ossa antiche ritrovate.
Le conformazioni calcaree vanno da guglie appuntite, a dolci forme tonde assomiglianti a grandi palline di gelato in fase di scioglimento...... molto bella la cascata alta e rumorosa, l'acqua è cristallina e si getta in un fiume molto scenografico.
Vi sono diversi punti dai quali si puo' vedere l'acqua scorrere impetuosa, segno che l'attività della grotta è ancora attiva.
Le visite si possono fare tutti i giorni e tutto l'anno, attualmente poi si stanno facendo alcuni studi all'intero per scoprire nuovi tratti di grotta ancora inesplorati.
Dopo un'ora e mezza di saliscendi e visuali mozzafiato si è un tantino stanchi ma nel piccolo bar si puo' trovare ristoro con torte e buon caffè, cioccolata calda o se vi trovate li nell'ora di pranzo, qualche piatto pronto o tipico del posto!
La grotta è a circa 22/25 km da Mondovì, verso la Liguria, la valle dove si trova è una valle calcarea che propone anche altre piccole grotte visitabili e punti panoramici.
Si consiglia di telefonare per la visita alla grotta di Bossea, soprattutto se si arriva da lontano in quanto i gruppi non possono superare un numero massimo di visitatori, se vi sono gia' gruppi che hanno prenotato si rischia di rimanerne fuori e sarebbe davvero un gran peccato.
Il personale poi è gentile e molto disponibile, è un bel posto dove trascorrere un pomeriggio a contatto con la natura primordiale.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...