PESCHICI + HOTEL ORCHIDEA (ed un po' di Gargano) 2.a PARTE

località: peschici, parco naturale del gargano
regione: puglia
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: venerdì 19 agosto 2005
Data fine viaggio: sabato 3 settembre 2005

PESCHICI + HOTEL ORCHIDA (2A PARTE)
Ma veniamo a PESCHICI ed al suo (oserei dire anche nostro, cioè dei clienti ospiti vezzeggiati e cullati) Hotel Orchidea.
La cittadina, bianco presepe arroccato sulla sommità delle prime vere terrazze dell'altopiano garganico che conducono per la litoranea a Vieste, attraverso le belle baie di Zaiana, Manaccore, Sfinale... è rimasta pressoché intatta dal tempo della mia ultima visita. Certo si sono moltiplicati locali,alberghi, bar e ristoranti ( la strepitosa vincita miliardaria del 1998 al Superenalotto ha lasciato i positivi segni nei privati, non tanto però nell'amministrazione pubblica che non si è adeguata molto ai nuovi sviluppi turistici ed ha lasciato un po' di "sgarruppamento"nelle infrastrutture e nel mantenimento della cosa pubblica, laddove ci vorrebbe più controllo e cooperazione tra pubblico e proprietà privata), la tecnologia moderna ha invaso anche i vicoletti del vecchio quartiere, gli internet cafè si moltiplicano, pos e cashdispenser sono ovunque, l'organizzazione privata in fin dei conti si è pienamente attivata per attendere ai moderni bisogni del turismo. Le gite alle Tremiti ed alle Grotte marine del comprensorio "Parco Naturale del Gargano" sono ben organizzate dal porticciolo ( anche se effettivamente un po' troppo caro il biglietto). La PESCHICI "by night" è più viva che mai, i negozi sono aperti sino a tardi, i locali per i giovani abbondano, la zona vecchia oltre l'Arco, vicino alla Chiesa Madre, al Castello ed alla chiesetta del Purgatorio è ricca di negozietti, sfavillante di luci e di un'umanità eterogenea. Insomma c'è molta atmosfera e complicità di interessi tra il peschiciano ospitante ed il suo villeggiante-viaggiatore/turista, sfruttato a volte sì, come si conviene da parte di chi non ha molte altre fonti di reddito per il resto dell'anno ( a parte le olive e l'ottimo olio).
Gli ulivi: la valle che si diparte verso l'interno è un oceano di ulivi, lasciando il blu marino a nordovest. Una sinfonia di colori in questo ondeggiante fluttuare verdeargento, spazzato da una leggera brezza, la cui visione dal mio albergo (Hotel Orchidea) mi procura una suggestione ed una letizia per il corpo e per lo spirito, inimmaginabili. (CONTINUA ALLA 3a. ED ULTIMA PARTE)

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...