Sirmione e Verona

località: sirmione, verona
regione: veneto
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: domenica 24 aprile 2005
Data fine viaggio: domenica 24 aprile 2005


Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

La citta' medievale

domenica 24 aprile 2005

Fin dal primo mattino pioveva a dirotto sul lago di garda e il bungalow dove alloggiavo, in riva al lago era un accumulo di freddo e umidita' non da poco. Partii per trovare una soluzione fattibile in quella piovosa e triste giornata grigia. A poca distanza dal camping trovai l'insegna per Sirmione, famosa citta' sul lago di Garda.
Trovai un parcheggio nella piazza vicino al famoso castello e non voglio pronunciarmi sul costo del parcheggio (sarei andata a cena in un ristorante con quella somma...), decisi cosi' di visitare il castello. Un castello medievale in piena regola, per meta' bagnato dalle acque del lago e per meta' confinante con la terra ferma.
Sirmione è una bellissima cittadina pittoresca con viuzze strette e affrescate, palazzi antichi, cortili medievali...insomma un toccasana per chi è appassionato di borghi e storia. Una lunghissima salita panoramica portava alle terme e agli scavi antichi. La vista dall'alto della collina era mozzafiato e immortalai quei paesaggi grigi ma fiabeschi.
Sulla sommita' le terme di Catullo, con grandi hotel lussuosissimi, giardini verdeggianti e rigogliosi, case e ville dell'alta societa'....Il Grand Hotel Terme e l'Hotel Sirmione erano splendidi hotel situati a ridosso del lago, con camere vista lago e solarium attrezzato con lettini e tavolini per i giorni di estremo sole...anche se quello non era il giorno giusto...
Quando tornai in centro, dopo un giro per ammirare le vetrine delle botteghe, approdai in un bellissimo ristorante lussuoso e accogliente. I menu' erano divisi in menu' di lago, menu' degli assaggi e menu' di terra. Optai per l'ultimo. Un piattone di panzerotti al sugo di noci e lo stinco di agnello con patate non potevano meglio soddisfare la mia voglia di cibo.
Nel primo pomeriggio, dal punto di imbarco, presi il battello per fare il giro del lago e anche se la giornata era grigia, potevo ugualmente godere di splendide vedute. I piccoli paesini arroccati sulla collina a picco sul lago erano tutti molto pittoreschi e a tratti addirittura illuminati da uno sporadico raggio di sole. Il porticciolo di Desenzano sul Garda era piu' grande e piu' fornito di Sirmione e la gente aspettava di potersi imbarcare. Quel battello era da tutti utilizzato come normale mezzo di trasporto per spostarsi da un paese all'altro sulla riva del lago.
Nel lusso piu' sfrenato di quel borgo antico approdai in una gioielleria che vendeva Swarowski, per fare il mio acquisto... Girovagando per Sirmione tra i giardini e le passeggiate panoramiche scorsi anche una piccola spiaggetta che sicuramente in estate veniva ultilizzata dai turisti.
Venni indotta ad abbandonare il borgo solo nel momento in cui si mise decisamente a piovere incessantemente e dopo una sosta in un bar del centro, decisi di riprendere la strada per avviarmi a......Verona!!
Verona citta' antica ed affascinante, con la sua Arena imponente e le vie limitrofi tempestate di negozi di alto rango come Armani, Gucci, Valentino, D&G, .......delizia per gli occhi e acquirenti. Non mancava il famoso balcone di Romeo e Giulietta, ormai attorniato da dediche, scritte, messaggi di tutti i turisti che da anni vanno a vedere quel piccolissimo e semplicissimo balcone storico.
Fu una giornata intensa e al ritorno nel Camping, ero stremata ma soddisfatta. L'umidita' che il lago intorno al campeggio portava fino nel mio piccolo bungalow era sopra ogni percentuale immaginabile.....feci due passi lungo il lago.....scoprendo che da li si poteva arrivare al retro del famoso parco numero uno in Italia: Gardaland.