Malta - una giornata a La Valletta

località: malta
stato: malta (mt)

Data inizio viaggio: giovedì 13 aprile 2006
Data fine viaggio: giovedì 13 aprile 2006

13 aprile 2006
h 11 Malta è la terza tappa della nostra crociera nel Mediterraneo.Arriviamo a La Valletta alle 11 circa del mattino, dopo una notte di navigazione abbastanza tranquilla.Già dall'arrivo via mare, lo spettacolo di Maltae de La Valletta è mozzafiato: la cittadina è di un unico colore, quello ocra delle pietre con cui sono costuite le abitazioni e i palazzi e che crea un bellissimo paesaggio con la cornice del mare blu e del cielo azzurro.
h 13.30 dopo aver pranzato sulla nave, scendiamo: visiteremo La Valletta a piedi, dato che la città è abbastanza piccola, sorge su un colle ed è completamene circondata da mura.
Dal porto saliamo lungo una via piuttosto ripida e poi, attraverso un passaggio pedonale, arriviamo all'Upper Baracca Gardens: il giardino è ben curato, si affaccia su una terrazza proprio davanti al mare e da cui è possibile avere un bel panorama e da dove possiamo veder la nostra nave "parcheggiata" nel porto.
I giardini sono ben tenuti, mentre per il resto la città è un pò sporchina, ma ha il suo fascino: sembra di stare in una terra di mezzo tra Sicilia, Grecia e Africa.
La lingua che parlano i maltesi risulta essere uno strano mix di inglese, siculo e graco, che a noi risulta incomprensibile, mentre gli abitanti fisicamente sembrano siciliani, sono molto scuri di carnagione.
Lasciati i giardini ci addentriamo nel centro della città e aprtendo da una piazza, percorriamo la via della Repubblica, la via principale di La Valletta, dove si trovano la principali attrattive artistiche.
Il primo palazzo che vediamo è il palazzo Auberge, per poi arrivare alla Co-Cattedrale
La chiesa è anch'essa costruita con la pietra color ocra che troviamo in tutti gli edifici della città, ma non la visitiamo all'interno perchè non c'è la possibilità di entrare.
Dopo la cattedralem sempre sullo stesso lato della via principale, troviamo il palazzo del Gran Maestro, sede del governo Mlatese.
In fondo alla via principale, dai cui lati si snodano molte viuzze strette e ripide, chiamati triq, si giunge al Forte S.Elmo, costruito come prima difesa sul mare dagli abitnti dell'isola che temevano un'imminente invasione straniera.
Il Forte ha una pianta a forma di stella, ma purtroppo non è possibile visitarne l'interno.
Arrivati ormai alla fine del viale principale de La Valletta, percorriamo la strada bassa, sulla destra che scorre parallela al mare e che ci riporterà al porto.
Mente scendiamo troviamo una grande campana costruita all'interno di una torre e che sovrasta la statua di un uomo sdraiato.
Non lontano troviamo ancora altri giardini, ma questa volta si tratta dei Barakka Lowers Gardens, anch'essi posti su una terrazza che si affaccia sul mare.
Arriviamo alla nave che sono ormai quasi le h17: dobbiamo risalire perchè fra poco si parte per un'altra destinazione nel Mediterraneo....ciao Malta!!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...