Tour dei Paesi Bassi

località: eindhoven, amsterdam, gethoorn, hoorn, volendam, marken, zaandam, soheveningen, l'aia, rotterdam
stato: olanda (nl)

Data inizio viaggio: sabato 1 gennaio 2005
Data fine viaggio: sabato 1 gennaio 2005

Premetto che ero già stato due volte nei Paesi Bassi, la prima avevo visto eindhoven ed amsterdam, la seconda avevo trascorso una serata a eindhoven.
Ho realizzato il Tour come parte integrante di un Viaggio più ampio che comprendeva Belgio, Germania Settentrionale e Orientale.
Entrato nei Paesi Bassi con la mia Fiat Tempra dalla frontiera di Vaals vicino alla tedesca Aquisgrana e prima tappa, dopo pernottamento, a gethoorn, un villaggio di caratteristiche case intersecate da canali attraversati da romantici ponti di legno. Attraversato il giovane polder di Flevoland e transitato sul lungo ponte che supera in Markermeer raggiungevo Enkhuizen nel Noordholland. Tappa nella moderna cittadina di hoorn, nella caratteristica volendam e sull'insulare marken, luoghi che portano ad una visione dell'Olanda più classica. Serata ad amsterdam (Città dove ero stato anni prima) con tour alla grande Piazza Dam, al Quartiere a luci rosse, alla Casa di Anne Frank, ai numerosi canali e ponti. La Capitale dei Paesi Bassi è molto giovanile e per le vie ci sono più biciclette che automobili anche perché a loro sono dedicate numerose strade. Poco distante, il giorno seguente, visitato i mulini a vento di zaandam dove è possibile entrare anche all'interno per carpirne i segreti. Lasciato l'agglomerato urbano di amsterdam per raggiungere il mare a soheveningen, importante stazione balneare con una grande spiaggia e una rotonda in stile liberty. Pochi chilometri e sono giunto a 'S-Gravenhage che comunemente conosciamo come l'aia che pur non essendo nominalmente la Capitale del Paese lo è di fatto visto che qui risiedono tutte le istituzioni e il Re. Visitato il centro storico con il sobrio Palazzo Reale poi mi trasferisco a rotterdam, grande Città portuale ipermoderna. Dopo aver dormito lungo la strada, il giorno dopo attraverso i polders della Zelanda uscendo dai Paesi Bassi ed entrando in Belgio presso Anversa. Questo Paese offre interessanti paesaggi anche nel percorrerne le strade, spesso il viaggio è interrotto perché un ponte levatoio viene alzato permettendo il transito di imbarcazioni sui canali. L'ambiente alterna terre verdissime a corsi d'acqua, pascoli e villaggi a Città moderne. Per queste caratteristiche i Paesi Bassi meritano una visita.
Successivamente a questo viaggio sono stato nei Paesi Bassi altre quattro volte di cui le prime due come scalo all'Aeroporto di amsterdam per un volo KLM per Cancon in Messico in occasione di un viaggio in centro America. Ero con un amico ed eravamo partiti da Roma (dove tornammo).
Le ultime due volte ho fatto scalo all'Aeroporto di amsterdam per volare verso il Sud America. Ero con due amici ed eravamo partiti da Roma.. All'andata ci fermammo a dormire una notte da un'amica che venne a prenderci con la propria autovettura in Aeroporto e la mattina dopo visitammo la Scuola dove insegnava. Poi preso il traghetto e il metro raggiungemmo l'Aeroporto per imbarcarci su un volo KLM diretto a Lima in Perù. Al ritorno con volo da Guayaquil in Ecuador, ci limitammo a fare scalo per poi proseguire per Firenze.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...