AMSTERDAM E I MULINI A VENTO

località: amsterdam
stato: olanda (nl)

Data inizio viaggio: giovedì 4 dicembre 2008
Data fine viaggio: lunedì 8 dicembre 2008

Abbiamo qualche giorno di ferie e così all’ultimo momento decidiamo di andare ad AMSTERDAM. Prenotiamo tutto su internet con last minute e spendiamo € 330 a testa compreso volo+hotel per 5 giorni. Partiamo il 04/12/08 da Linate con la KLM e arriviamo all’aeroporto di AMSTERDAM Schiphol che rimane fuori dalla città. Prendiamo un treno che ci porta in centro in 20 minuti circa per un costo di € 6,40 andata e ritorno. Compriamo una Strippenkaart per l’autobus da 15 corse (€ 6,90) più che sufficiente,il centro si gira tranquillamente a piedi.Ad AMSTERDAM nevicava…. Ma solo questo pomeriggio per fortuna,il resto dei giorni sarà bello. Arriviamo all’hotel Rembrandt Centrum che è proprio in posizione centrale e che consiglio vivamente a tutti,camere pulite e spaziosissime ad un prezzo più che contenuto. Appoggiamo i bagagli e siamo pronti x il 1° giro in terra olandese. Ci fiondiamo subito come consigliato dalla nostra amica “Lonely Planet” a mangiare una fetta di torta da Villa Zeezicht alle mele e cannella veramente veramente deliziosa!!! Poi usciti satolli da questo bar ci dirigiamo per il 1° shopping nei centri commerciali di Magna Plaza e De Bijenkorf dove in quest’ultimo potete trovare le grandi firme. Proseguiamo poi per le vie Damrak,Euwendijk e Kaverstraat.Il 05/12/08 visitiamo piazza Dam,il cuore pulsante di AMSTERDAM e poi ci dirigiamo nel quartiere a luci rosse dove ci sono le famose donne in vetrina ed è proprio così…..è pazzesco! Poi visitiamo la seconda piazza della città, Nieuwmarkt e il quartiere Jordan che è famoso per i numerosi ponti e stradine pittoresche con edere ai muri. In questo quartiere rimane il museo della casa di Anna Frank. Non resistiamo e per curiosità entriamo. Sono rimasta affascinata da questo museo nel quale è possibile vedere la casa segreta di Anna Frank nella quale si accede attraverso una libreria girevole a muro. La casa è senza finestre e qui la famiglia Frank trascorreva le giornate in assoluto silenzio. “Abbiamo sempre tanta paura che i vicini ci sentano o ci vedano” Anna Frank 11/07/42.E’ veramente commovente vedere come erano costretti a vivere,mi ha colpito la camera di Anna dove ci sono ancora incollate delle immagini sul muro per rendere la stanza più accogliente. La casa è priva di mobili perché i tedeschi l’hanno vuotata e il padre di Anna al rientro dal campo di concentramento decise che doveva rimanere vuota per sempre.Furono traditi e deportati ad Auschwitz dove morirono tutti tranne il padre di Anna. Anna morì di tifo pochi mesi prima della liberazione……Consiglio a tutti una visita di questo museo.Proseguiamo il nostro giro e arriviamo alla chiesa Vesterkerk che si distingue per il bel campanile sulla cui sommità è appoggiata una corona blu. Passiamo davanti alla casa di Rembrandt,al n° 184 della via…non mi ricordo, dove morì. Infine ceniamo al ristorante De Zagerij con carne e fonduta di formaggio.Il 06/12/08 visitiamo il ponte vecchio e il mercato dei fiori (Bldemenmarket) dove acquistiamo bulbi di tulipano. Il mercato è molto bello e coloratissimo e oltre ai fiori si possono acquistare souvenirs a buoni prezzi. Poi andiamo a vedere la chiesa di legno Begijnhof…si accede aprendo una porta dalla strada centrale ed entrando dentro ad un altro quartiere dove ci sono case curate e giardini verdissimi…che strano posto! Altro campanile da vedere è quello di Muntoren. Per la sera decidiamo di fare i romantici e prenotiamo una cena sulla barca (Candlelight) ad € 27,50. Molto bella,i canali di AMSTERDAM illuminati sono meravigliosi. Il 07/12 decido che devo assolutamente vedere dei mulini a vento,se no cosa sono venuta a fare in Olanda? Mi documento e scopro che c’è una cittadina chiamata Zaanse Schans raggiungibile con il treno in circa 15 minuti (€ 5,10 andata e ritorno). Non resta che partire. E’ stata la giornata più bella in assoluto,è un paese delle fiabe. Tutte le case sono di legno verde,costruite attorno ad un piccolo canale sul quale hanno costruito graziosi ponticelli naturalmente verdi come le case e di legno. Ci sono 6 mulini a vento ancora in attività che producono colori,farina,oli,ecc.ecc. Si possono visitare all’interno ed è una esperienza unica aggirarsi tra i loro vecchi ingranaggi. Nel paese c’è la fabbrica degli zoccoli e un caseificio dove vendono formaggi buonissimi. Rientriamo in città e finiamo la giornata facendo un altro po’ di shopping.Ceniamo da Moeders,ristorante famoso ad AMSTERDAM nel quale si mangia tipico ed è caratterizzato dal fatto che quando ha aperto i proprietari chiedevano ai clienti di portare da casa piatti vecchi,posate e foto delle proprie madri (Moeders vuole appunto dire madri) ed infatti è apparecchiato con cozzaglie di ogni genere e nelle pareti sono appese centinaia di foto di mamme; abbiamo mangiato molto bene.08/12/08 si riparte per l’Italia. Quello che mi ha colpito di AMSTERDAM sono le meravigliose case che sorgono sopra i canali,i numerosi ponti della città e le bici che sembrano arredare AMSTERDAM. La vivacità e la tolleranza per i quartieri a luci rosse e i coffe shoop in una città così diversa dalla nostra ma che dista solo 2 ore di aereo. Ciao AMSTERDAM. Annalisa.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...