Alla scoperta della magia dell'Algarve

località: vila real de santo antonio, loulè, olhao, silves, tavira
regione: algarve
stato: portogallo (pt)

Data inizio viaggio: venerdì 9 agosto 2013
Data fine viaggio: lunedì 19 agosto 2013

Viaggio itinerante in Algarve, alla scoperta di mare e spiagge infinite.
Partenza da Bologna con volo Ryanair per Siviglia. Abbiamo alloggiato a Vila Real de Santo Antonio all'Arenilha Guest House, a Loulè 4 notti al Dom Fernando, a Silves 4 notti alla Quinta do Rio Country Inn e ultima notte portoghese a Tavira, al Residencial Mares. Tutto prenotato con Booking.com a prezzi molto competitivi. Abbiamo scelto località dell'entroterra per le 8 notti centrali per assaporare zone meno turistiche ed avere più possibilità di movimento alla scoperta della costa ed ovviamente anche per i prezzi più bassi.
Noleggio auto con Rentalcars.
Prima tappa a Vila Real, dove è d'obbligo assaggiare un baccalà stupefacente. Da non perdere nelle vicinanze la Praia de Manta Rota, lunga e solitaria, pulitissima, con camminamenti in legno sopra le dune che scopriremo essere una piacevole costante nelle spiagge dell'Algarve.
Proseguendo verso Loulè sosta alla Praia do Barril, attraversando a piedi una laguna (ma c'è anche il trenino), le onde qui sono spettacolari. Nel centro di Loulè ci sono parecchi ristoranti dove mangiar bene spendendo poco.
Vale de Lobo ci sorprende per i colori del verde dei campi da golf che si fonde con l'azzurro del cielo.
Ancora spiagge......Praia Falesia....Praia Galè.....per poi fare tappa a Olhao, dove assaggiare la cataplana (una grande pentola nera con dentro frutti di mare di ogni tipo). Gita da non perdere è all'isola di Culatra, per poi andare alla Praia do Farol. Traghetto da Olhao e un'ora di barca a solo 4 € a/r in mezzo alla Riserva Naturale de Rio Formosa. La spiaggia di Farol è lunghissima, quasi deserta nonostante siamo a metà agosto.
Cambiamo alloggio......e puntiamo su Praia da Rocha, tappa a Portimao per un gelato favoloso. A Silves la "quinta do Rio" è gestita da una coppia di bolognesi....l'idioma ci riporta un po' a casa!. Anche qui ottimi ristoranti.
A Ferragosto ci spingiamo verso Punta Sagres, splende il sole (sembrano i colori della Bretagna)...ma dall'altra parte della baia, Cabo San Vicente è avvolto dalla nebbia. Pranziamo a Sagres e poi giù a Praia Zavinal.
A Praia Dona Ana facciamo una gita in barca per scorgere le insenature dal mare, mirabile Praia Camilo. La sera ci deliziamo con l'arroz de marisco.
Praia de Marinha, Praia Centeanos, Praia San Rafael......da non perdere.
Unico rammarico nella zona, aver trovato chiusa la cattedrale di Almancil, ci dovevano essere degli azulejo spettacolari!
L'ultima notte in Portogallo è a Tavira, proprio vicino all'imbarco del traghetto che ci porterà sull'isola omonima per l'ultima spiaggia dell'Algarve.
Non abbiamo visto tutte le spiagge dell'Algarve, sarebbe stato impossibile. Comunque abbiamo apprezzato la pulizia, i parcheggi gratuiti, come pure, spesso, docce in spiaggia, il rapporto spiaggia attrezzata/spiaggia libera.....meno di un decimo delle spiagge dell'Algarve sono attrezzate.....e i tratti di spiaggia libera pulitissimi! Abbiamo tanto da imparare anche dai portoghesi.
E' stato un viaggio "fai da te"....ben riuscito, clima favoloso, non abbiamo patito il caldo, mangiato benissimo, apprezzato un popolo cordiale e disponibile, portare a casa un piacevole ricordo è il sogno di ogni vacanza

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...