Natale a Lisbona

regione: lisbona
stato: portogallo (pt)

Data inizio viaggio: mercoledì 24 dicembre 2008
Data fine viaggio: domenica 28 dicembre 2008

Viaggiato con Easyjet da Malpensa: ottimo vettore, solo un pò di casino al ritorno per l'ordine di chiamata al gate di imbarco (priorità A e poi B) (non c'ho capito molto!) e 20' di ritardo al ritorno.
Alloggiato all'Hotel Roma prenotato come sempre con Booking, un buon 3 stelle economico ma con servizi da 4 stelle (ottima camera, pulizia,colazione,ristorante a pagamento per la cena con ottimo rapporto qualità/prezzo), possizione rispetto alla metro.
Città bella, tranqulilla, pulita, in cui mangiare costa poco.
Arrivo con "fregatura" del tassista che ha spento il tassametro e dall'aeroporto all'albergo ha chiesto 12,5 euro dicendo che era tariffa fissa; al ritono, con taxista onesto e tassametro in funzione, ho speso 6,65 euro!!!
Per girare in città abbiamo acquistato un biglietto per i trasporti pubblici valido per 4 gg a 15 ca. euro e non la Lisbona card (che è vero consente anche di prendere i treni per Sintra e Cascais e da diritto a sconti per le entrate ai musei ecc ecc, ma costa 32 euro a persona per 3 gg) (il biglietto del treno pre Cascais costa 2,80 A/R)
1° giorno: giro con il mitico tram 28 dal copolina di Martim Moniz (lo trovate vuoto) fino all'altro capolinea.
Il biglietto della metro, contrariamente a quanto letto in altri viaggi E' VALIDO sul 28 e sull'elevador di Santa Giusta e funicolari varie. Poi visita al castello di Sao Jorge con meravigliosa vista sulla città bassa (gratiss perchè Natale)
Sera con cena al "Velho macedo" in via Maddalena 117, locale che consiglio vivamente; piccolo e con pochi coperti a conduzione familiare, con proprietario gentile e molto disponibile e che alla fine del pasto ha offerto anche un delizioso porto con dolce locale natalizio. Mangiato proprio bene (pesce spada, immancabile baccalà, ma anche carne brasata) e bevuto meglio con una spesa di meno di 20 euro a persona.
2° giorno: belem (d'obbligo sosta alla pasticceria di belem famosa per i pasteis de belem - sono veramente squisiti ancora caldi di forno)-vista al Monasteiro di Jeroniomos e al suo ciostro che lascia veramente senza fiato dalla bellezza.
Poi via in treno sino a Cascais; noi siamo anche molto fortunati, ci sono 18°, c'è un sole stupendo e sembra di essere i riviera ligure a maggio; viene quasi voglia di fare il bagno in questo mare pulitissimo.
La cena è al "A Covalense" in Rua da Correiros, molto publicizzato su questo sito da precedenti viaggiatori; io devo dire che ho mangiato solo discretamente, ma il servizio era molto lento e molti altri avventori arrivati dopo di noi si sono molto lamentati. I prezzi sono i soliti (ca 20 euro a testa)
3° giorno: purtroppo finisce il bel tempo e sotto una pioggia fastidiosa facciamo shopping in centro.
Una corsa fino al copolinea della linea rossa vale la pena. La stazione d'ORIENTE progettata dall'archietetto Calatrava è veramente impressionante a l'adiacente aerea dell'expo merita anche solo un rapida visita.
Cena nel nostro albergo (basta pioggia); e qui scopriamo il miglior risorante del nostro soggiorno sia per il locale che per la cucina e al prezzo più basso!!! Mangiamo in 4 (piatti di pesce e carne con spada, cernia, salmone + dolce + vino verde e acqua) a 54 euro!!!!!!! (in Itaia nemmeno un pizza)
4° girono: ancora acqua. decidiamo di visitare il centro commerciale Colombo, il più grande della penisola iberica, e vi assicuro chè è veramente enorme. C'è di tutto ovviamente, ma quello che più mi ha impressionato, oltre alle dimensioni è all'architettura, è il numero spropositato di ristoranti di OGNI tipo che trovate al 3° piano



Condividi questo articolo se ti è piaciuto...