Tour Portogallo Meraviglioso

località: cascais, cabo da roca, sintra, obidos, alcobaca, nazarè, coimbra, porto, regua, amarante, batalha, fatima
stato: portogallo (pt)

Data inizio viaggio: lunedì 4 ottobre 2010
Data fine viaggio: venerdì 8 ottobre 2010

Partiamo da Lisbona in direzione della costa. Dal pullman scorgiamo Estoril e facciamo poi tappa a Cascais conle sue case colorate.Proseguiamo poi per quella che è proprio una meraviglia della natura, il Cabo da Roca, il punto più occidentale dell’Europa continentale. Tappa successiva è Sintra, immersa nel verde del parco naturale, visitiamo il centro storico, arrampicato sulla collina, entriamo poi nel maestoso Palazzo Reale. Proseguiamo poi per Obidos, il centro è esclusivamente pedonale, il pullman ci fa scendere al parcheggio, procediamo a piedi verso l’hotel Estalagem do Convento, Obidos è piccolina ma caratteristica, dappertutto piccole botteghe, bar e taverne, dove poter gustare la ginja, il tipico liquore di ciliegie. Le mura sono ben conservate.
Riprendiamo il pullman e da Obidos proseguiamo per Alcobaca. Qui il grande monastero si apre subito ai nostri occhi. Entriamo nel monastero, grandioso, le storie di Antonio, la nostra guida, sono affascinanti, dall’amore di Pedro I e Ines de Castro, agli intrighi di corte, alle note sull’architettura del tempo, agli usi dei monaci, quest’uomo è un grande! Arriviamo poi a Nazarè, paesino di pescatori. Ci fermiamo prima nella parte alta, passeggiamo tra i banchetti di frutta secca e strani frutti di mare attorniati da vespe, godiamo di una veduta meravigliosa verso la spiaggia e l’oceano. A pranzo assaggiamo l'asorba: è un piatto tipico portoghese, con pane raffermo, frutti di mare, gamberetti e uovo, tutto mescolato, una pappetta che dire squisita è molto riduttivo!
Nuova tappa Coimbra, saliamo all’Università, c’è da visitare la biblioteca storica. Attraversiamo poi il centro della città, la cattedrale purtroppo è chiusa, essendo festa nazionale. Pernottiamo all'hotel Tivoli.
Partiamo per Porto, purtroppo il tempo peggiora. Giro esplorativo del centro e visita del Palazzo della Borsa. Ci dirigiamo poi nell’altra parte della città, Vila Nova de Gaia , per visitare la cantina Calem, già inebriati dall’odore del vino nelle botti, assaggiamo vino bianco e rosso, la testa gira e fuori piove! Per pranzo esce un timido sole e andiamo a mangiare qualcosa di veloce al Majestic, locale rinomato della famosa via Santa Caterina. Andiamo in albergo (all'hotel Vila Galè) e poi minicrociera sul fiume Douro, fa un po’ freddo, ma il panorama è meraviglioso, risaliamo prima il fiume, passando sotto alcuni dei ponti di Porto per poi navigare verso la foce, verso il mare, verso il tramonto, favoloso e romantico. Cena al Chez Lapin, ristorante sul fiume.
Il giorno dopo siamo ancora a Porto, prendiamo il treno che ci porterà a Regua tra i paesaggi della valle del Douro. Il tragitto dura quasi 2 ore, ma ne vale la pena, le anse del fiume appaiono e scompaiono, così come i paesini dove il treno si ferma. Andiamo alla Quinta da Pacheca, un agriturismo con produzione di vino e annessa cantina dove assaggiamo una crema catalana che non si può raccontare! Facciamo una sosta ad Amarante, bella la chiesa, un po’ deludente il paesino.
Partenza da Porto, il tempo peggiora. Arriviamo a Batalha che già diluvia. Visitiamo il monastero di Santa Maria della Vittoria e ci sentiamo umidi. Fatima ci accoglie poi ancora con pioggia e vento. Il ritorno a Lisbona è sotto un diluvio, nella parte bassa della città le strade sono diventate fiumi.
Ottimo viaggio organizzato da Turisanda alla perfezione, siamo stati anche fortunati nell'aver trovato dei compagni favolosi e Antonio, la guida, colto e preparato, un grande uomo!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...