PORTOGALLO BELLO ANCHE D'INVERNO, MA IL VOSTRO FIDO LASCIATELO A CASA! AEROPORTI PORTOGHESI? MAH!

località: lisbona, leiria, porto, fatima, figueira, da foz, obidos, batalha, sintra, tomar
regione: portogallo
stato: portogallo (pt)

Data inizio viaggio: lunedì 27 dicembre 2010
Data fine viaggio: lunedì 3 gennaio 2011

Portogallo? SI',SI,' SI', BELLISSIMO ANCHE D'INVERNO, MA...LASCIATE FIDO A CASA!
AEROPORTI DI LISBOA E PORTO? SPLENDIDI (ARCHITETTONICAMENTE),MA LA DISORGANIZZAZIONE E' UN PO' ALLARMANTE!

PARTE 1
Solitamente preparo i miei viaggi con mesi di anticipo, leggendo e/o rileggendo libri e romanzi sul paese che andrò a visitare, documentandomi su internet, analizzando le guide Touring Club e Lonely Planet - quest'ultima bruttissima graficamente, in bianco e grigio, poco leggibili le mappe, ma utilissima e sincera nei consigli, senza pregiudizi! - e le monografie di "Meridiani" il mensile di viaggi e turismo dell'Editoriale Domus, la stessa del famoso "Quattroruote", per intenderci.
Insomma, la vigilia di ogni cosa, di ogni evento leopardianamente parlando è quasi più importante per me dell'evento stesso che vivrò.
Per il Portogallo, quindi, mi sono letto molto di quel grande scrittore che è il nostro Tabucchi (filoportoghese docg, e fine conoscitore nonché traduttore di tutto Pessoa), per cercare quelle atmosfere che poi sarei andato a verificare e gustare sul posto di persona, molto del grandissimo poeta e scrittore Fernando Pessoa e del premio Nobèl, Saramago ( di cui è stato ristampato recentemente da Einaudi il suo “Viaggio in Portogallo”, più che una guida!). Utili gli spunti tratti da "LISBONA - quello che il turista deve vedere" di Pessoa, Passigli Editore e "Viaggi,altri viaggi" recente opera di Antonio Tabucchi per Einaudi.
Ma ho commesso un gravissimo, imperdonabile errore: non ho navigato su www.tripswithpets.com, altrimenti mi sarei reso conto che in Portogallo gli animali,nel mio caso una dolce e buonissima cagnolina di 3anni,6kg, di nome Emma, NON SONO AFFATTO GRADITI! Specialmente a LISBONA dove la gente effettivamente è molto distante animicamente e emotivamente ( e civilmente) dal "vivere con un animale di compagnia", poco tollerante o per nulla, spocchiosa e indisponente con gli animali. Ti guardano come se tu andassi in giro con al guinzaglio un alligatore! A PORTO sono un poco più tolleranti, molto più socievoli con umani e animali. E sì che la nostra cagnolina viaggiava con noi in aereo per la prima volta, e poi auto a nolo, con il suo bel passaporto europeo animalesco, il suo sottocutaneo microchip, tutte le vaccinazioni fatte, dentro al suo trasportino rosa, quasi sempre in braccio o nel trasporter a tracolla come un baby umano! Niente da fare, in Portogallo - nonostante la recente regolamentazione europea che vieta le discriminazioni tra umani con o senza animale al seguito e che permette l'entrata ( con tutte le giuste misure preventive) ovunque, salvo civili eccezioni - E' VIETATO CON L'ANIMALE :
1. utilizzare i mezzi pubblici; 2. entrare assolutamente nei ristoranti,bar,pasticcerie, monumenti e siti culturali religiosi e non; 3. entrare in negozi commerciali per shopping (i commessi, gli addetti preferiscono perdere la vendita piuttosto che farti entrare col cane anche in braccio!); 4. prendere ascensori, i famosi "Elevador" di LISBONA, dove hanno perfino litigato tra di loro due dipendenti della Carris, l'azienda municipale dei trasporti, perchè la lift-girl assolutamente era contraria e il suo capetto addetto marketing più tollerante, ma ha vinto l'arcigna senhorina; 5. in pochissimi alberghi/pensioni/residencial sono ammessi e con molte limitazioni operative ingiustificate; 5. noleggio auto... accettano i cani, ma secondo loro dovresti tenere il cagnolino chiuso nel trasportino sempre, per il timore che possa sporcare! (CONTINUA)

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...