TRE GIORNI A PRAGA

località: praga
stato: repubblica ceca (cz)

Data inizio viaggio: lunedì 18 aprile 2005
Data fine viaggio: giovedì 21 aprile 2005

E' il mio secondo viaggio a PRAGA
splendida e davvero magica
ma ... attenzione ad alcune
cosucce !

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

Cautela nella scelta di hotel e ristoranti .

domenica 24 aprile 2005

Arriviamo a PRAGA con un viaggio studiato a tavolino con l'agente di viaggio : A/R aereo da Roma + 3 pernottamenti
con prima colazione presso l'hotel IBIS CITY , situato nei pressi di Piazza Venceslao a circa 10 minuti a piedi dalla stessa .
La spesa per l'hotel è di circa 300 Euro in singola per un totale di tre notti,non pochissimo dunque . Abbiamo tre singole + una doppia e l'agenzia ci ha garantito la qualità e il comfort tenendo presente che non è una struttura di lusso .
Prima della partenza ho voluto spulciare sul web trovando poche notizie e foto su questo albergo che viene segnalato
in alcuni siti come un 4 stelle , su alcune pagine e secondo la nostra agenzia le stelle sarebbero 3 .
All'arrivo la cosa è subito chiarita : sull'insegna le stelle sono
2 ( due ! ) e , come scopriremo in seguito forse sono pure troppe.
Le camere , pur essendo pulite e abbastanza nuove , sono piccolissime e scomode ; non c'è una sedia , non un tavolino
o un qualcosa per poggiare le valigie che se ne staranno per terra fino alla partenza , l'armadio è sostituito da un 'angoliera
aperta con tre mensole ( cassetti inesistenti ) e tre appendiabiti a persona . Il letto è scomodo ( materasso spesso come un tramezzino ) e il lenzuolo superiore non esiste , in compenso
c'é una sorta di piumino sintetico leggero e un copriletto .
Il bagno copre una superfice di ca. 2,5 mq , cabina doccia compresa , manca ovviamente di bidet e della spazzola per
il water ; ogni fortunato cliente ha a sua disposizione un solo asciugamano di formato medio che tornerà utile per essere usato su ogni parte del corpo , potete fare una x con una biro sul lato che userete per il sedere .
Di frigo bar non se ne parla neppure , l'acqua minerale dovete portarvela in camera da soli e se chiedete alla portiera di notte
vi dirà che potete acquistarla nei pressi della stamberga da qualche parte ( per tale operazione è necessario uscire di nuovo e vagare nella notte) .
Scopriremo in seguito che vi è un distributore automatico al primo piano ma forse la signorina della reception non lo sa
ancora .
La prima colazione è mediocre ma non infame solo che se volete un espresso dovete andare al banco del bar , pagarlo a parte e poi portarvelo al tavolo da soli .
In tre giorni di passaggi frequenti davanti al banco della hall non siamo mai stati salutati dal personale addetto al "ricevimento" ma forse é un'usanza della catena Ibis Accor.
L'ultimo giorno devi sloggiare alle 10 , strano davvero perchè
abbiamo calcolato che essendo il check in alle 14 e , visto il modo spiccio in cui rifanno le camere , non dovrebbero essergli necessari più di sei-sette minuti.
Nel nostro caso ce ne siamo fregati alla grande lasciando la stanza intorno alle 12 e personalmente ho fronteggiato con
poca delicatezza un'odiosa portiera che brontolava in ceco
e non faceva mistero di essere alquanto seccata .
Morale della favola : evitate di soggiornare all'IBIS CITY di PRAGA e la vostra vacanza sarà migliore . Oltre al disagio di un
soggiorno da dimenticare poichè struttura e servizi fanno schifo e non valgono neanche un terzo di quello che paghi devi sopportare l'antipatia del personale almeno per il 90% di quello che lavora nel suddetto albergo .
Dopo questa esperienza eviterò SEMPRE E IN OGNI LUOGO
di andare a parare in hotels della catena IBIS ACCOR .
Tutto ciò nulla toglie alla meravigliosa PRAGA che consiglio di visitare a chiunque non ci fosse ancora stato : è sicuramente una delle più belle città del mondo e se mi verrà consentito scriverò ancora dei miei due viaggi fatti a breve distanza l'uno dall'altro nel 2004 e nel 2005 .
Naturalmente ci sono delle cautele da prendere sugli hotels , i bar , i ristoranti etc ... poi c'é anche da mettere in conto il carattere non proprio gioviale degli indigeni .
Scrivo in questo sito col solo scopo di mettere a disposizione di altri viaggiatori le mie esperienze , buone o cattive , affinchè
possano in qualche modo essere utili .
Un caro saluto a tutti .
Bert