Una bomboniera di nome Praga

località: praga
stato: repubblica ceca (cz)

Data inizio viaggio: lunedì 20 dicembre 2010
Data fine viaggio: venerdì 24 dicembre 2010

Dopo tante occasioni mancate,diluite negli anni, siamo finalmente riusciti ad andare a Praga.Anche questa volta siamo stati a rischio fino all'ultimo giorno,poichè abbiamo viaggiato proprio nella settimana in cui l'Europa occidentale era bloccata dalla neve e il caos negli aereoporti si è ripercosso via via in tutto il continente,ma con 5 ore di ritardo all'andata e 3 al ritorno, ce l'abbiamo fatta.Siamo partiti da Fiumicino con Wizz Air,pagando 250 € in 4.Avevo prenotato l'albergo tramite Booking.com ai margini del centro ed in particolare della collina di Petrin, pagando 200 € per 4 notti,per 4 persone,con colazione.Ci è andata di lusso:l'Hotel Petr è pulito,la colazione è abbondante,i servizi sono tutti nuovi e la posizione rispetto al centro è buona.Inoltre,nell'emergenza,il servizio si è dimostrato efficientissimo;infatti,su loro proposta,io avevo prenotato una macchina che ci prendesse all'arrivo,per 30€:ebbene,l'abbiamo trovata nonostante le quasi 5 ore di ritardo e,nonostante fossero le 22,l'autista ci ha chiesto lo stesso prezzo.La prima sera bbiamo mangiato in un McDonald's sito in un centro commerciale fortunatamente alla portata del nostro albergo.
C'è da dire che eravamo terrorizzati dalle condizioni climatiche che avremmo trovato,sia per i tanti racconti di viaggio raccontati e letti,sia perchè nelle 2 settimane precedenti c'erano state temperature davvero polari e,nonostante questo,tante nevicate.Invce,una volta tanto,abbiamo avuto fortuna.La temperatura scendeva di poco al di sotto dello zero e il paesaggio innevato era da favola ! Certo,piedi,mani e testa rimangono da coprire strategicamente !

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

Complessivamente

lunedì 20 dicembre 2010

Per quanto riguarda il cibo,la cucina è del tipo germanico:alcune cose sono buone,ma dopo un po' sono sempre le stesse.Come avevo letto sulle guide,effettivamente tendono a fregarti e questo è anche il motivo per cui siamo tornati più volte nello stesso pub:il Pivovarský dum,un pub che produce molte fantastiche birre,situato vicino a Piazza Carlo (Karlovo Namesti) nella Città Nuova.Si mangiava bene e ti facevano pagare davvero quello che ordinavi.Una sera in cui abbiamo mangiato nel locale strorico "I tre gatti" ci hanno messo molti soldi in più,alcuni dei quali apparentemente destinati ad un anziono signore che suonava l'armonica e che si aspettava anche una mancia brevi manu,ed in maniera piuttosto sfacciata! Queste cose non lasciano un bel ricordo,e devo dire che abbiamo trovato poca gentilezza in generale:quando chiedevi un'informazione per strada,quando dovevi comprare un biglietto per una visita ad un monumento.Al ghetto,ad esempio,non ci hanno detto subito che esisteva un biglietto unico che comprendeva tutto e abbiamo comprato,così,il biglietto per la Sinagoga Vecchia Nuova,2 volte ! Che rabbia,anche perchè costava un sacco di soldi! La città è un vero e proprio, ma troppi praghesi in cui siamo incappati noi,mi hanno dato l'impressione di voler guadagnare il massimo da questo,dando però il minimo! Fortunatamente una ragzza ha riscattato in parte questa immagine e,veramente all'ultimo minuto! Per tornare in aeroporto avevamo infatti deciso di andare coi mezzi pubblici,poichè avevamo scoperto come fare,ne avevamo tutto il tempo e i servizi per farlo erano vicinissimi all'albergo.Ma la metro non era per niente ben segnalata,anche se sapevamo di esserci vicinissimi.Chiedevamo in tedesco e in inglese,ma la gente scappava via quasi spaventata..ed era mattina,con un brulicare di persone a spesso,non erano le 2 di notte!Questa ragazza,viste le scenette,si è offerta spontaneamente di darci una mano e,quando le ho chiesto perchè la gente reagisse così e se dipendesse dal fatto che non conoscevano altre lingue,lei mi ha risposto davvero sconfortata:no,capiscono benissimo,ma questa è la Repubblica ceca! Siamo partiti comunque con una bellissima immagine di questa città,ma mi chiedo quanti stranieri lascino il nostro paese con gli stessi sentimenti contrastanti.
Immagino,e con grande tristezza,tantissimi.

La città

martedì 21 dicembre 2010

La mattina del 21 abbiamo iniziato la visita della città e devo dire che,secondo me tre giorni completamente pieni ti lasciano soddisfatti,perchè a mio parere,quello che è davvero bello,più che in altre città,è passeggiare per le sue vie e riempirsi gli occhi dei tetti,delle decorazioni delle case,dei continui scorci bellissimi,dei tanti stili architettonici che non cozzano mai tra loro !Il centro si fa tutto a piedi tranquillamente,ma se si vuole allentare la stanchezza,ci sono efficientissimi tram che ne attraversano tante strade.Non tutte,perchè moltissime parti sono solo pedonali.Nonostante l'inverno,c'è molta vita all'aperto e provo a immaginarmi che girandola di vita e di musica,deve essere questa città nella bella stagione! Ci sone tante cose belle da vedere:ame,quello che è piaciuto di più è stata la maestosa Cattedrale di San Vito,all'interno del Castello, e la piazza di Stare Mesto,soprattutto quando l'abbiamo vista di sera! Qualcosa di veramente bello ! Poi ci sono tante altre cose:il Ponte Carlo,l'isoletta do Kampa,col mulino e le vie d'acqua,la parte ebraica,il Castello,che è in realtà una vera e propria cittadella,le Chiese Barocche,le piazze,le colline su cui salire.Per esempio a Petrin si può salire anche con la Funicolare,che costa come un biglietto dell'autobus !E su tutto,la Moldava,che scorre ampia e maestosa ! I mercatini di Natale sono stati deludenti e così pure gli addobbi natalizi,in generale,ma la neve che copriva tutto,ci ha regalato comunque la giusta atmosfera !