romania by www.born2travel.it

località: bucarest
stato: romania (ro)

Data inizio viaggio: martedì 1 agosto 2000
Data fine viaggio: mercoledì 30 agosto 2000

se vuoi saperne di più o vedere tutte le foto visita: www.born2travel.it

05. 08. 2000 Bucarest (Romania)
Bucarest, capitale della Romania, sembra una città costruita per un gigante, tanti edifici immensi, basti pensare che qui c'è il palazzo civile più grande del mondo... "Il Palazzo del Popolo" (guarda caso!), classico esempio di architettura comunista...
Questa città mi ha meravigliato molto, è tanto diversa da come me l'aspettavo io, appare più ricca della Bulgaria, i teenagers vestono molto alla moda ed in centro non circolano solo le vecchie "Dacia" ma pure tante auto molto moderne!
Abbiamo gironzolato per il centro nonostante il caldo afoso, visitato varie chiese ortodosse e conosciuto tanta gente interessante, in serata siamo ripartiti.
[Harmony Larson da San Diego, USA]: Ragazzi, ho amato così tante cose di tutti voi. Porterò la magia del nostro incontro con me in America... Racchiuso nel mio cuore fino al nostro prossimo incontro...
Ora stiamo attraversando la Transilvania, ci troviamo nel paese di Dracula: Brasov. Matthew, il nostro amico canadese/israeliano è appena sceso e siamo stati tentati molto ad andare con lui... Ma alla fine abbiamo preferito non abbandonare i nostri fedeli amici olandesi! Domani saremo a Budapest, chissà!
[Rossho]: Vediamo se riesco ad addormentarmi anche se sarebbe meglio evitare visto che tutti questi zingari si infilano negli scompartimenti e rubano di tutto.

06. 08. 2000 Budapest (UNGHERIA)
Quanto è bello viaggiare, ti cibi quotidianamente di esperienze sempre più diverse visto che il "mero cibo" scarseggia...
Siamo arrivati molto presto in questa nuova città. Per strada stavano preparando le bancarelle per i vari mercatini. Decidiamo di fare un salto in riva al fiume, il celebre e decantato: Danubio.
Il centro è molto elegante: piazze, chiese, palazzi antichissimi hanno fatto da sfondo al nostro "giro turistico". Come mi aspettavo, qui abbiamo trovato un'altra cultura e civiltà, molto differente da quelle che abbiamo visto finora, lo sapevamo che giunti in Ungheria saremmo rientrati in Europa!
Unico problema, dopo aver salutato Haasso e Anneke che si tratterranno qui qualche giorno in più e mentre i ragazzi erano in giro a fare un pò di spesa, un gruppetto di albanesi ha cominciato a ronzarmi attorno, stavo badando a ben tre zaini, compresi documenti e soldi... Inoltre Takx è sparito e abbiamo appena saputo che arriveremo a mezzanotte a Zagabria, in Croazia, e ancora non sappiamo dove andare a dormire...

07. 08. 2000 Zagabria (CROAZIA)
Alla stazione di Zagabria conosciamo un gruppetto di nove milanesi che aveva il treno per Budapest alle 5.30 e quindi avrebbero dormito lì. Ci aggreghiamo a loro... Takx crolla stecchito... Il Rossho resiste un pò ma quando cominciano a parlare di musica che a lui non piace preferisce tuffarsi tra le braccia di Morfeo... Io resisto fino all'una, poi mi addormento (con piacere!)
Di buon mattino, seduti su un praticello stile inglese a consumare la nostra colazione ci sentiamo già in forza! Ci godiamo la passeggiatina nella piazza centrale, il mercatino dei fiori, della frutta, che tranquillità!
Il Rossho tra qualche ora ci abbandonerà...
[Rossho]: Cari lettori, la storia sta per subire un grosso cambiamento. Io, il Rossho, sto per abbandonare l'inter rail "nel bel mezzo del cammin di nostro viaggio"... Il destino mi chiama (anche l'intestino), dopo Lubiana mollo questi due, mi dispiace abbandonarli perchè sono inesperti e giovani, facili bocconcini per tutti i ladruncoli del mondo, ma gli servirà!
Cavolo, è stato proprio bello. E chi se lo immaginava così l'inter rail? Faticoso ma salutare. Dieci giorni di fuoco, tantissime cose preziose da ricordare.
I posti son stati proprio diversi, particolari, non i soliti luoghi felici e sorridenti... La povertà l'ho vista come uno stile di vita del tutto accettato e vissuto con tranquillità, forse perchè fortemente diffusa.
Dormire nelle stazioni è stata una cosa fortissima! "Poi vediamo" e "ci arrangiamo" due parole d'ordine di questo viaggio!


[ continua su: www.born2travel.it ]

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...