ultimo dell'anno a Mosca

stato: russia (ru)

Data inizio viaggio: mercoledì 26 dicembre 2007
Data fine viaggio: martedì 1 gennaio 2008

Quest’anno abbiamo deciso di trascorrere l’ultimo dell’anno a Mosca, decisione coraggiosa dato che ci aspettano -15 C ma l’idea di trascorrere l’ultimo dell’anno in piazza rossa ci alletta moltissimo, sempre se riusciremo a risolvere il problema dell’assideramento!
La città è molto grande ma la maggior parte delle cose più importanti si trovano tutte nell’arco di pochi chilometri. La Piazza Rossa è bellissima e la Basilica di San Basilio sembra il castello delle fate! All’interno della piazza si possono trovare altri edifici importanti come il Mausoleo di Lenin, in monumento quadrato con all’interno il corpo imbalsamato di uno dei padri del comunismo, ancora molto stimato in Russia…Dall’altra parte della piazza di trovano i Magazzini Gum, un edificio storico ormai però trasformato in un centro commerciale: molto caratteristico. Altra cosa da non perdere è la visita del Cremino, specialmente le basiliche ricche di icone e decorate con oro in abbondanza. Attorno al Cremino si possono visitare i giardini di Alessandro, attraversando i quali ci si trova direttamente in Piazza Rossa. Il colpo occhio sul Cremino però si trova nella parte destra della Moscova, da lì si riesce a vedere anche San Basilio e un pezzo di Piazza Rossa. Altra attrazione da non perdere sono le stazioni della metropolitana, delle opere d’arte in piena regola! Il consiglio è quello di perdere almeno una mattinata a zonzo per la metropolitana alla ricerca delle stazioni più belle. Per quanto riguarda i musei, il Museo Puskin non ci ha molto impressionato, a nostro parere non è nulla di eccezionale anche se vale la pena comunque farci una visita. Un’esperienza sicuramente eccezionale sono i Banja, dei bagni tipici russi, in cui si passa dalla sauna a bagni di acqua gelata a “fustigazioni” con dei ramoscelli, a nuotate in piscine “freddine”, un’esperienza all’inizio traumatizzante che permette di avere un contatto diretto con i russi, dato che questi bagni sono frequentati da persone che in generale conoscono l’inglese. Per quanto riguarda la popolazione l’esperienza è stata negativa: le persone di una certa età oltre a non conoscere l’inglese sono abbastanza “ostili” nei confronti dei turisti come anche i poliziotti…
La città può essere visitata comodamente in una settimana anche se consigliamo di andarci nei periodi più caldi! Tra smog e freddo all’aperto è molto difficile sopravvivere!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...