Girovagando per Lucerna

località: lucerna
stato: svizzera (ch)

Data inizio viaggio: domenica 15 luglio 2012
Data fine viaggio: domenica 15 luglio 2012

Girovagando per Lucerna

Lucerna è una città della Svizzera di lingua tedesca costruita allo sbocco del fiume Reuss nel Lago dei quattro cantoni,la circondano come una corona i monti Pilatus, Rhigi le Alpi Urie e di Engelberg, era stata da me visitata con un tour organizzato per vedere i mercatini di Natale e l’avevo trovata molto bella, ma la visita fatta di corsa con la guida non mi aveva soddisfatta .
Così ….un giorno ho deciso di ritornare e di vedere le sue bellezze con calma,partiamo da Villa Cortese una domenica mattina passiamo il confine a Chiasso senza fermarci abbiamo già la vignetta ,percorriamo tutta autostrada e dopo un paio d’ore la vediamo specchiarsi nel lago.
Lasciamo l’auto al grande parkhaus Altstad,parcheggio coperto dove si può lasciare l’auto tutto il giorno da qui un ponte pedonale in ferro sopraelevato ci porta fino sulle rive del fiume ,dove vediamo la Museggmauer,cinta muraria fortificata costruita nel 1836 con le sue 9 torri ,tre torri sono aperte al pubblico :Schirmer, Mannlie e Zytturm ,su questa torre si trova l’orologio più antico della città con una particolarità quella di suonare le ore un minuto prima di tutti gli altri orologi della città
Attraversiamo il fiume Reuss dal ponte in legno coperto Spreuerbruche o ponte del mulino costruito nel 1408 decorato da 67 pannelli dipinti che illustrano la “ danza della morte ”scheletri danzanti raffigurano la peste del XVIII secolo ,una successione d’immagini con persone di tutti i ceti sociali dal principe al mendicante e di tutte le età ma uguali nel loro destino,al centro del ponte una piccola cappella è dedicata alla Vergine Maria
Da questo ponte veniva gettato in acqua la “pula” rivestimento dei cereali che si stacca con la trebbiatura, in tedesco “spreu” da qui il nome SpreuerBruche
Attraversato il ponte ci troviamo nella Muhlenplatz la più grande piazza della città vecchia , da questo punto si vedono le punte in legno di Nadelwehr le cosiddette “ chiuse ad ago “che servono per regolare il livello dell’acqua del lago di Lucerna, queste chiuse hanno rimpiazzato quelle che fino al XVI secolo portavano acqua alle macine di tre mulini .
Proseguendo si giunge alla Weinmarkt antica piazza del mercato del vino con la fontana risalente al 1400 abbellita dalla figura di San Maurizio e alla base da sei guerrieri medievali ,stradine acciottolate proseguono alla Hirschenplatz e alla Kornmarkt ,piazza del municipio dove anticamente si vendeva il grano l’edificio è in stile rinascimentale italiano con la torre dell’orologio,di fianco tutta affrescata la Gasthaue zu Pfistern sede di una corporazione (panettieri), fanno da cornice a queste piazze le case del centro storico decorate con bellissimi affreschi e ornate con insegne in ferro battuto
La Kappellplaz con la chiesa di San Pietro la più antica fondata nel 1178 e la fontana Fritschibrunnen con figure allegoriche dedicate ad un popolarissimo personaggio del carnevale di Lucerna (Fasnacht) uno dei maggiori eventi della città
A pochi passi la Steirplaz dove le facciate dipinte di due case sono spettacolari,il ristorante Fritschi e il ristorante musicale dello Stadkeller dove si suonano musiche popolari svizzere
Ripassiamo in Kapperplaz e arriviamo in Rathausquai la bella via che costeggia il fiume dove si ha una bellissima veduta dell’altra sponda con le case e la chiesa dei Gesuiti circondata da montagne con le cime innevate .
Da questo punto si può attraversare il fiume Reuss percorrendo il Kapellbruche o Ponte della Cappella parte integrante delle fortificazioni, il più famoso è considerato uno dei più antichi ponti coperti d’Europa.
Ed è anche il più scenografico della città in questa stagione trabocca di fiori, costruito in legno risale al 1365 è stato ricostruito parzialmente dopo un incendio scoppiato il 18 agosto del 1993,all’interno pannelli dipinti raffigurano scene della storia di Lucerna..
A metà circa del ponte sorge la torre Wasserturm (Torre dell’acqua)è di forma ottagonale con un’altezza di 34 metri,anticamente serviva come archivio e tesoreria.
Da questo punto ci dirigiamo verso la Bhnoffplatz dove l’arco centrale della piazza è tutto quello che rimane dell’antica stazione distrutta da un incendio, alle sue spalle l’entrata trasparente con il tetto a punta della nuova stazione progettata dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava
Di fianco l’edificio noto come Kkl ,il Centro della Cultura e dei Congressi un cubo in cristallo dove l’acqua entra nell’edificio in diversi punti , ospita il museo delle Belle Arti e una sala della musica con 1800 posti rinomata per la sua acustica perfetta
Qui siamo all’inizio delle sponde del lago dove ci fermiamo per riposarci seduti su panchine di un bellissimo parco in fiore ad ammirare il paesaggio e i battelli a vapore con ruote a pale che con eleganza passano avanti e indietro

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

domenica 15 luglio 2012

Riposati riprendiamo la visita ritornando sull’altra sponda del fiume percorrendo Il Seebruche e dirigendoci verso la Hofkirche ,chiesa di San Leodegario che prende il nome del patrono della città.
Davanti alla chiesa alcune case parrocchiali del 1594 e de 1535 e la Rothenburgerhaus,casa in legno del 1500,una scalinata sale alla chiesa circondata dalle tombe di un cimitero, al vestibolo e al portale d’entrata con a fianco le due torri campanarie,la facciata è decorata e nel timpano vi è un orologio
L’interno in stile barocco ha tre navate, gli altari sono riccamente decorati con tavole dorate dedicate a Maria e Gesù.
Proseguiamo verso il museo Bourbaki all’interno un dipinto circolare lungo 112 metri e alto 10 racconta la guerra franco prussiana del 1870 con immagini di soldati morenti ,profughi civili con i loro averi , l ‘attraversamento e l’ingresso in Svizzera dell’armata francese guidata dal Generale Bourbaki
Attraversata la Lowenplaz nascosto dietro agli alberi di un piccolo parco scolpito nella roccia vediamo uno dei più famosi monumenti il Lorwendenkmal(Il leone morente di Lucerna) la celebre scultura di Bertel Thorvaldsen
Il leone che ha una lunghezza di 9 metri ricorda la storia della morte eroica di oltre settecento guardie Svizzere che il 10 agosto 1792 vennero massacrate nel tentativo di difendere il re di Francia Luigi XVI assediato nel palazzo reale delle Tuileries a Parigi durante la Rivoluzione Francese
Il colonnello Karl Pfyffer d’Altishofen fu promotore della realizzazione del monumento come tributo al coraggio e alla fedeltà degli Svizzeri e volle incidere nella roccia che sovrasta il monumento”Helvetiorum fidei ac virtuti”
Un grande scrittore americano descrisse il leone come il monumento in roccia il più commovente e triste al mondo,anche per me vedere la statua di questo leone morente trafitto da una freccia che con il corpo protegge lo scudo gigliato di Francia ha provocato un turbamento ,un sentimento di affetto e di dolore .
Di fianco al monumento si trova il Giardino del ghiacciaio (Gletschergarten), nel 1872 un mercante di vini durante i lavori di scavo per la costruzione di una cantina scoprì per caso formazioni di marmitte glaciali e rocce striate risalenti a 20000 anni fa.
Da 100 anni è diventato un museo naturalistico dedicato ai ghiacciai,ai fossili ,ai molluschi alle conchiglie, ed ai fenomeni naturali connessi.
Nella visita al museo si può vedere anche il labirinto degli specchi “Alhambra”con 90specchi,
creato nel 1896 per l’esposizione nazionale Svizzera a Ginevra e la torre panoramica con una magnifica vista sulle case e sulle montagne che circondano la città,
Girovagando per le stradine ci ritroviamo di nuovo davanti al Kapellbruche che percorriamo per raggiungere l’altra sponda del fiume e raggiungere la chiesa barocca dell’ordine dei Gesuiti (Jesuitenkirche) , con la facciata strategicamente rivolta verso il fiume, è stretta tra due campanili dalla cupola a cipolla,l’interno luminoso fa risaltare l’altare in marmo rosa, cos’ì come l’organo, gli stucchi dorati ,i bellissimi lampadari in cristallo e il soffitto dipinto.
Adiacente il palazzo Ritter in stile rinascimentale italiano ,costruito nel 1557 per il sindaco di Lucerna Lux Ritter ora sede del governo cantonale.
Proseguiamo in Franziskanerplaz dove c’è la Chiesa dei Francescani(Franziskanerkirche), all’interno il pulpito è in marmo e legno decorato , delle bandiere affrescate alle pareti della navata rappresentano le conquiste fatte dalla città durante le guerre medioevali
La cappella laterale di San’Antonio è splendidamente decorata con statue ed il soffitto è ricoperto da stucchi d’oro e decine di angioletti scolpiti.
A qualche decina di metri in una casa costruita nel 1536 c’è la Suidter’sche Apotheke, la più antica farmacia della città .
Siamo giunti alla fine della visita di questa storica città circondata da un meraviglioso panorama montano, piazze con originali fontane, maestosi palazzi con le facciate dipinte e bellissime chiese.