St. Moritz con il Bernina Express... il genio e la follia.

località: st. moritz
regione: val engadina
stato: svizzera (ch)

Data inizio viaggio: martedì 7 settembre 2010
Data fine viaggio: giovedì 9 settembre 2010

I ragazzi ci hanno fatto una sorpresa... per il nostro 39° anniversario di matrimonio ci hanno spediti... in Svizzera, a St. Moritz con il treno del Bernina.
Era da tempo che volevamo farlo, tutti ce ne avevano parlato, tutti ce lo avevano descritto come un viaggio da non perdere.
Hanno fatto tutto loro ed il 4 settembre, a fine pranzo, il momento dei regali, ci hanno presentata una busta... ??? cosa sarà, cosa avranno combinato, cosa avranno pensato e... bellissima sorpresa, Hotel prenotato a St. Moritz, viaggio prenotato sul Bernina Express, Tirano - St. Moritz - Tirano, dall'8 al 9 settembre, si sono sorpresi perché mi sono commosso, non me lo aspettavo, non ce lo aspettavamo.
Il treno con posti riservati partiva da Tirano il giorno 8 alle 10,03 e quindi abbiamo preferito arrivare il giorno prima, trovando una sistemazione a Sondalo, a pochi km da Tirano.
Autostrada da Marcon (Ve) fino a Brescia e poi su a Tirano per ritirare i biglietti del treno.
Il tempo non è stato dei migliori, pioggia durante il viaggio in auto e quindi la pasta e fagioli con le cotiche propostaci in albergo a Sondalo è stata provvidenziale in quanto, con la sua bontà, ci ha tirato su il morale, sperando anche in un miglioramento del tempo per il giorno successivo.
Sveglia alle 7,00, pulizie generali, ricca colazione e via verso Tirano.
Il tempo era ancora sul coperto ma in miglioramento ed il nostro umore pure.
Parcheggio gratuito dietro alla stazione, borsone con le nostre cose, sottopasso ferroviario che sbuca nella stazione italiana, si esce e subito a sinistra, ove c'è scritto Dogana di Tirano, via dentro e li... il famoso treno rosso, il Bernina Express con i suoi vagoni panoramici.
Individuata la carrozza con i nostri posti, puntuale come gli svizzeri, il treno parte alle 10,03 spaccate e comincia uno dei più bei viaggi fatti in treno, 2 ore e 15 minuti di curve, di gallerie, di montagne ora a destra e poi a sinistra, e su e su fino ad oltre 2000 metri per poi scendere verso St. Moritz.
Ho pensato che solo una mente geniale ma un po' folle può aver progettato questo tragitto ferroviario tra le montagne, con un continuo serpeggiare tra boschi e rocce, passando da un fianco all'altro di ripide montagne, mostrando nel contempo impareggiabili paesaggi delle sottostanti vallate, dei laghi, dei nevai che si incontrano lungo il percorso.
Un viaggio inaspettato, uno di quei viaggi che per quanto te lo raccontino, fin che non lo provi di persona non puoi renderti conto del tragitto di questo treno.
St. Moritz è bella, molto cara, ma non ci ha entusiasmato più di tanto perché siamo abituati ai paesi delle nostre Dolomiti... ma anche St. Moritz ha il suo fascino, l'area pedonale, il lago, le montagne attorno... ma le Dolomiti... non hanno il Bernina Express.
Abbiamo pernottato all'Hotel Languard, prenotato dai figli, un hotel a ridosso dell'area pedonale, stile tipico da montagna, con tutti gli arredi in legno, camera spaziosa, silenzioso, pulito, personale gentilissimo, colazione abbondante su una saletta con vista sulle alte cime antistanti, c'era anche un po' di neve e... il sole.
Passeggiata per il centro, i suoi lussuosi negozi, poi all'esterno gustandoci il panorama con le sue montagne, qualche nuvola ancora, ma il sole stava avendo la meglio mostrandoci una St. Moritz piacevolmente illuminata.
L'unico neo, oltre al costo di una cena o di un pranzo, ma siamo a St. Moritz, è quello che gli Euro... funzionano solo per darli, ma poi si ricevono Franchi Svizzeri e per fortuna siamo riusciti a spendere quelli che avevamo in tasca pagando la prenotazione obbligatoria in quanto abbiamo ripreso un treno panoramico.
Gentilissima una ragazza alla biglietteria ha fatto in modo che tra Euro e Franchi Svizzeri ci rimassero in tasca 60 centesimi di Franco... souvenir.
Al pomeriggio, alle 15,22 in punto... viaggio di ritorno ed alle 17,27, sempre cronometri svizzeri, eravamo a Tirano.
Ci siamo gustati il viaggio in quanto il cielo era di un azzurro intenso bellissimo ed il sole ci rendeva nitidi i colori di questo splendido paesaggio montano.
Un viaggio da provare, un viaggio da non dimenticare.
Buon viaggio.
Wanda & Giancarlo

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...