istanbul by www.born2travel.it

località: istanbul
stato: turchia (tr)

Data inizio viaggio: martedì 1 agosto 2000
Data fine viaggio: mercoledì 30 agosto 2000

se vuoi saperne di più o vedere tutte le foto visita: www.born2travel.it

30. 07. 2000 Istanbul (Turchia)
Ci troviamo nel cuore di Istanbul a casa della dolce Ozge, una ragazza che il Rossho ha conosciuto tempo fa in Norvegia e che ora ci ospita molto gentilmente. Io mi son appena svegliato, attorno a me regna un grande silenzio. Tutti dormono ancora.
Ho ancora in mente l'ingresso di ieri sera in questa nuova nazione, così contraddittoria. Fino alla stazione di Istanbul attraversavamo solo piccole stazioni con centinaia di persone che attendevano il treno, ovunque sventolavano le bandiere rosse con la mezza luna bianca, le strade non erano asfaltate, si vedevano bambini piccoli e sporchi che si fermavano per ammirare il passaggio del convoglio e ci salutavano, tutti felici come se fosse un grande avvenimento, vedevi gente povera ovunque ma arrivati nella periferia di questa grande città abbiamo conosciuto l'altra parte della Turchia. La zona industrializzata, i famosi "minareti" dappertutto, ricche moschee, auto di lusso...
Stamattina siamo andati con Ozge in un supermarket locale a fare un pò di spesa. Che strano pagare ad esempio una bottiglia d'acqua milioni di lire turche, c'è un'inflazione notevole!
Abbiamo fatto colazione sulla veranda della casa di Ozge che dà proprio sul fiume Bosforo. Un posto magico, che bello star qui e vedere come sfondo tante moschee in questa città dai 14 milioni di abitanti!
Subito dopo abbiamo cominciato il tour, abbiamo visitato la "Moschea Blu", c'era un tappeto gigante che ricopriva tutto il pavimento, all'ingresso ci hanno fatto togliere le scarpe, l'interno era meraviglioso, mi sembrava di stare in Arabia Saudita, tutto era scritto in arabo, fedeli musulmani ovunque in ginocchio che pregavano; poi siamo andati alla Mosche di "Santa Sofia", poi un acquedotto usato al tempo degli ottomani e dove c'era l'usanza di lanciare una monetina esprimendo un desiderio.... (tipo Fontana di Trevi a Roma!?!), la "Galata Tower", da dove abbiamo potuto ammirare un panorama stupendo, si vedeva tutta la città di Istanbul, le sue moschee, i suoi minareti, il suo Bosforo, il suo degrado, i suoi grattacieli, le sue case costruite senza uno "schema" preciso come un grande mosaico continuato nel corso dei tempi, la parte asiatica e quella europea. Siamo pure passati vicino allo stadio del Galatasaray, ancora adibito a festa dopo la vittoria delle coppa UEFA. Peccato solo per la temperatura! Alle 23 c'erano ancora 34 gradi!
Una cosa che mi ha colpito molto è che non ci sono bidoni della spazzatura in mezzo alle strade per la paura di attacchi terroristici; un'altra cosa caratteristica sono i venditori di un bicchiere di limonata o acqua fresca o coloro che ti fanno pesare sulla bilancia...
Peccato solo che non sono tanto sereno perchè in cuor mio temo molto il passaggio dalla Turchia alla Slovenia. Passeremo dei giorni davvero difficili lì...

31. 07. 2000 Istanbul (Turchia)
Per la prima volta in vita mia metto piede in un nuovo continente: siamo in Asia! Oggi ci siamo trasferiti nella casa del nonno, zaini in spalla e via per le strade del centro. Nel pomeriggio, con un traghetto abbiamo attraversando il Bosforo da un lato all'altro. La parte asiatica è anche più povera di quella europea...
In serata abbiamo visitato il "Gran Bazar" ed è stato molto eccitante perdersi in quelle stradine che odoravano di incensi, tra venditori di tappeti, di narghilè e gente poco affidabile...
[ Ôzge Ôztûrk da Istanbul, Turchia]: Ognuno di noi percorre la propria strada da solo... Ma è una bella sensazione scoprire che in realtà non siamo proprio soli, quando le nostre strade si incontrano anche solo per pochi giorni... Ciao finchè le nostre strade non si incontreranno di nuovo!

[ continua su: www.born2travel.it ]

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...