Palau di Daniele Somenzi

stato: palau (pw)

Data inizio viaggio: giovedì 1 gennaio 2009
Data fine viaggio: giovedì 1 gennaio 2009

Palau
Atterrati in piena notte con Boeing 737 della continental micronesia partito da Guam, nel centro dell'oceano pacifico, un po a destra delle Filippine, un vero peccato perche non possiamo vedere io e Giuseppe, la meraviglia dei coralli che attorniano queste magnifiche isole.
Ci facciamo portare dal taxista in un'alberghetto a caso, e per fortuna non costa tanto e ci piace.
La mattina seguente, scopriamo che la laguna stupenda lambische sul retro l'albergo, l'aria calda, sembrava fossimo morti, questo è il paradiso.
Facciamo 4 passi per renderci conto di quanto è bello tutt'attorno, e poi, a spasso nei dintorni ci facciamo una giocata a biliardo.
piu tardi chiamiamo al telefono il signor antonio, indicatoci, come l'unico italiano residente a Koror. Ci presentiamo al telefono e lui ci viene in contro in albergo per far la nostra conoscenza, Scopriamo solo poi che è un pezzo grosso, un piccolo industriale, proprietario di una piccola flotta di pescherecci per il tonno e un posto dove li iscatolano e mettono sotto sale per poi esportarli via aerea in giappone, in oltre è sposato con la viceministro della sanità.
Man mano che parliamo prendiamo sempre + confidenza e ci porta a csa sua, una splendida villa con vista sulla laguna, uno spettacolo.
Il giorno dopo io e Giuseppe facciamo un'escursione con le canoe in mare e dentro alle insenature, che solo questa vale il viaggio. senza dubbio aver fatto questo giro con tanto di nuotate tra piccoli squaletti e mangiata di aragosta appena pescata, è uno dei viaggi piu belli mai fatti nella mia vita.
Abbiamo visto facendo snorcheling, pesci che noi vediamo solo negli acquari o a Qark di Piero Angela. Il mare piatto come un lago, tutto sembra surreale. qui vengono per fortuna pochi turisti, visto i prezzi proibitivi della compagnia aerea.
Il giorno dopo noleggiamo un'auto e facciamo il giro dell'isola grande, passando il ponte costruito dai giapponesi, e passiamo tutta la giornata a spasso vedendo poca gente e natura tropicale rigogliosa.
La sfiga, ci fà partire ancora di notte, e ancora non possiamo vedere l'arcipelago dall'alto. ma lo abbiamo visto e toccato dal basso e ancora piu sotto, e ci è bastato per sapere che Mosè non aveva capito niente, anzi che passare dall'altra parte del mar rosso per la terra promessa, doveva venire qui a Palau.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...