Polinesia:Istruzioni per l'uso(revisione 2009) Organizzazione e scelta del viaggio

località: tahiti, moorea, huahine, raiatea, tahaa, maupiti, bora, rangiroa, fakarava, tikeau
regione: isole della socioetà e tuamotu
stato: polinesia francese (pf)

Data inizio viaggio: mercoledì 1 luglio 2009
Data fine viaggio: sabato 25 luglio 2009

L’ORGANIZZAZIONE E LA SCELTA DEL VIAGGIO
Innanzitutto bisogna avere le idee chiare su cosa ci si aspetta e cosa si vuole da questo viaggio . Una volta deciso questo, la strada è tutta in discesa .Se siete abituati a viaggiare con “il tutto compreso” e non vi va di sbattervi ad organizzare il vostro viaggio …. Allora entrate in un’agenzia e delegate a lei tutto ma, anche in questo caso, abbiate le idee chiare su cosa volete fare così aiuterete l’agente di viaggio a offrirvi ciò che conosce e più si avvicina ai vostri desideri. Per fortuna in Italia c’è una o due agenzie specializzate sulla Destinazione Polinesia che conoscono personalmente ciò che propongono quindi vi potranno consigliare . Personalmente devo dire che una parte dei ricordi più belli che ho dei viaggi sono gli imprevisti . Leggete e informatevi al meglio: la guida della Loney Planet (http://www.lonelyplanetitalia.it/ ) , in questo caso è una miniera di informazioni .Per le pensioni di famiglia (http://www.kiaoraviaggi.it/polinesia/pensioni.php ) mettete a preventivo dai 10 ai 15.000Fcp in mezza pensione e, non di rado anche pensione completa. Potete riservare con la vostra agenzia o telefonando o, sempre più spesso, tramite email . Prenotate solo quando siete certi al 100% che ci andrete . Qualche anno fa non chiedevano acconti o pagamenti anticipati, poi un po di defezioni le hanno rese giustamente più scaltre. Fate presente che state telefonando dall’Italia e avete già il volo prenotato. Se vi fermate a Bora Bora per 3 o 4gg e non siete riusciti a inserire Maupiti nel vostro viaggio per problemi di coincidenze aeree o altro( ma se solo è possibile includetela) approfittate della navetta Maupiti Express per fare almeno una escursione in giornata : ne vale veramente la pena . La navetta parte tutti i martedì, giovedì e sabato da Bora alle 8 e riparte da Maupiti alle 16.00. A Maupiti appena scesi dalla navetta potete affittare una bici e farvi in tranquillità tutto il giro dell’isola fermandovi a fare il bagno su spiagge incantevoli. Per chi volesse uscire dalle rotte battute e più “turistiche” consiglierei appunto Maupiti , Tahaa e Raiatea nelle isole sottovento e Ahe e Fakarava alle Tuamotu ma un pensiero lo farei anche per le Australi che solo negli ultimi anni si stanno aprendo al turismo e sono, come si suol dire “ancora vergini”. A Rurutu, da giugno a ottobre c’è il passaggio delle balene ed è possibile osservarle facendo snorkeling : è un’esperienza indimenticabile!
Quasi nessuno sfrutta una occasione unica trovandosi in Polinesia : Rapanui, ovvero l’Isola di Pasqua . Da Tahiti, è l’occasione più favorevole e a buon mercato per andarci . Lan Chile la collega due volte la settimana , il lunedì ed il giovedì e se volete vi prenota anche la pensione per i tre giorni.
Volo A/R + 3gg in pensione completa , trasferimenti e escursioni incluse costa sui 90.000Fcp, quindi sui 750 Euro . Se pensate che 3gg in pensione in Polinesia facendo qualche escursione vi costa all’incirca 450 Euro direi che ne vale veramente la pena e scoprite un angolo di mondo leggendario che fa parte del famoso triangolo polinesiano o meglio Mah’oi .Una valida alternativa potrebbe essere quella di arrivare in Polinesia senza passare dagli USA ma dal Chile : quindi Madrid, Santiago , Rapanui e Tahiti . In questo modo l’Isola di Pasqua l’avete compresa nel volo di andata o meglio ancora del ritorno.
Ancora una volta : Siate Curiosi , non date mai niente per scontato e non abbiate fretta di “consumare” e farete uno splendido viaggio fra le terre, il mare e le genti .
Se vi piace andare in barca questo è il mezzo migliore per girare nelle isole della società e, facendo due conti ,anche economico o comunque non più alto di un soggiorno tradizionale in pensioni di famiglia con escursioni . Si possono trovare imbarchi individuali sui 200/250 Euro al giorno . Facendo i classici conti della serva abbiamo, la pensione sui 100/120 euro, una escursione non costa meno di 50, aggiungete il costo aereo per spostarvi tra le isole e trasferimenti vari e il totale è presto fatto ma avrete il privilegio di dormire e soggiornare negli angoli più belli a contatto con la laguna, molto meglio di un bungalow con i piedi in mare; la vacanza diventa una continua escursione e i trasferimenti da un posto all’altro della laguna e tra le isole un piacere e non un fare e disfare bagagli, aerei, macchine etc . Non parlo ovviamente della bella esperienza che ne può derivare, questa la lascio scoprire a voi . Provate a farvi due conti (http://www.viaggiatorionline.com/gulliver%20crociera.pdf )
UNA VOLTA A Tahiti
Con Air Tahiti Nui, il più delle volte arriverete la sera verso le 22.00 e qui se il vostro itinerario prevede la partenza il mattino seguente dovete scegliere se vagabondare/dormire in aeroporto oppure andare a dormire in qualche pensione vicina. Le più vicine sono , Airport Motel (http://www.tahitiairportmotel.com/ )oppure Airport Lodge . L’Airport Motel è a due passi ed è appena costruito e il Lodge lo chiamate appena arrivate e vi viene a prendere in macchina. Comunque, una volta usciti dalla vetrata doganale potrete trovare alla vs sinistra la banca per cambiare o prelevare dei Franchi Pacifici! Al fianco della banca c’è la Posta ( OPT) dove potete prendere una carta telefonica e andando più avanti 20mt troverete dei telefoni pubblici che funzionano sia con carta telef che con monete da 100Fcp . Qui in Polinesia, ogni cabina telefonica ha esposto il suo numero telefonico quindi la cosa più pratica a farsi è di chiamare in Italia dando il numero e farsi richiamare (00689+ num. Cab) . Qui è del tutto usuale visti i costi alti del telefono . Alla vs destra troverete il bar, le agenzie per il noleggio auto, l’agenzia Air Tahiti e, per l’indomani , gli sportelli Air Tahiti per gli imbarchi nazionali. Nel caso arrivaste durante il giorno e avete parecchie ore a disposizione , ma questo potrebbe valere anche per il ritorno , appena usciti dalla pensilina dell’aereoporto trovate una costruzione con un gran porticato dove le mamà polinesiane vendono e intrecciano collane di fiori e di conchiglie ( fiori per l’arrivo e conchiglie per la partenza) ; alle spalle c’è il deposito bagagli . Potete lasciare lì i vostri bagagli senza problemi . In ogni caso, anche la sera inoltrata, riapre sempre tre ore prima di ogni imbarco internazionale . Vi portate sul piano stradale superiore facendo le scalinate, attraversate la strada e aspettate lì un Truck ( bus collettivo polinesiano) che vi porti a Papeete ( 20 min) . Non ci sono orari ma, mediamente, ogni mezz’ora ne passa uno . La tariffa è di 130Fcp il diurno( 01.00>18.00) e 200Fcp la notturna ( 18.00>01.00) ; non stupitevi dell’orario della notturna poiché qui alle 18,00 i negozi sono già chiusi , chi lavora ha già finito di farlo ed è a tavola con la famiglia, quindi per Papeete non c’è quasi nessuno. Il truck a Papeete si fermerà in centro, sul lungomare all’altezza del mercato che è una traversa più all’interno. Anche se è sera fateci un salto poiché il mercato dei fiori è aperto tutta la notte e se state ritornando in Italia prendete un mazzo di Tiarè avvolto in foglia di banana : si conserveranno freschi fino in Italia e anche una settimana dopo se li tenete nella loro foglia in frigo. La sera potete andare a mangiare alle roulotte in piazza Vaiete e poi riprendere il truk che ha la fermata alle spalle del mercato : abbiate pazienza e arriverà! E’ una esperienza che se avete del tempo vi consiglio.In ogni caso se prenderete un taxi non vi costerà meno di 2000/2500Fcp .
Se vi fermate un paio di giorni a Tahiti non dimenticate che Tahiti non è Papeete ed ha ugualmente il suo fascino . N

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...