Due senior a Londra : REGNO UNITO

ferny : europa : regno unito : londra
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio REGNO UNITO REGNO UNITO
Due senior a Londra

Londra

National Gallery e Trafalgar Square
foto inserita il
30 Jun 2017 09:57
National Gallery e Trafalgar Square
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Due senior a Londra

Località: Londra
Stato: REGNO UNITO (GB)
0

Data inizio viaggio: lunedì 8 maggio 2017
Data fine viaggio: sabato 13 maggio 2017

Due senior a Londra di ferny forner
Io e Rita volevamo concederci un week end un po’ lungo e abbiamo pensato di ritornare a Londra, ci eravamo già stati nel 2012.
Come sempre abbiamo organizzato tutto sul web con molto anticipo leggendo molti diari di viaggio.
In sintesi:
Partiamo con la Ryanair da Torino a Londra Stansed l’8 maggio con ritorno il 13 Maggio con Easyjet da Luton a Malpensa costo totale 90 euro a/r
Treno Stansted-Londra Liverpool station costo per 2 persone 14 gbp.
Oyster card per circolare su tutti i trasporti di Londra per 7 giorni gbp 66 (2 persone)
Passaggio bus per il ritorno gbp 4,40 per 2
Treno Londra-Salisbury a/r per 2 gbp 47,20
Salisbury-Stonehenge a/r 30 gbp, ingresso al sito 33 euro
Reem hotel doppia per 5 notti gbp 483
Ristoranti: Strada, in Belvedere road e Brasserie Cote, in Christopher Place, buoni, prezzi onesti, entrambi con sito internet con menù e prezzi.
Maggio 8
Arriviamo puntuali a Stansed, controlli quasi inesistenti, prendiamo il treno in aeroporto, comodo e pulito, in 30 minuti arriviamo alla Liverpool Station, è molto grande, sembra un centro commerciale, carichiamo le Oyster card del 2012 (non scadono mai) al chiosco automatizzato (no servizi front office), comunque ci sono assistenti che girano per la stazione e risolvono eventuali problemi.
Leggero pranzo in stazione al ristorante The merchant and Bishopsgate dove pranziamo con veggie nachos e chicken burger, non è alta cucina ma tutto sommato ci ha soddisfatto.
Raggiungiamo quindi l’hotel, è in zona tranquilla, nelle vicinanze della Queensway, via molto commerciale, con tre stazioni della metro e molti bus.
La camera è al quarto piano (ascensore), piuttosto piccola, non ci sono armadi, bagno spazioso, TV senza canali italiani, condizionatore, scalda acqua elettrico, tazzine e bustine di tisane e tè, appoggiamo i trolley su un ripiano, ma lasciamo tutto dentro.
Iniziamo la visita raggiungendo la London Eye, la grande ruota panoramica, situata lungo il Tamigi, la zona dotata di ampi giardini attrezzati (Jubilee Garden), molti i bambini, che giocano nelle aree dedicate, ma ci sono anche chioschi per il ristoro, panchine, molti ragazzi che fanno jogging, dalle sponde del fiume si gode anche un bel panorama su Westminster e il Big Ben, mentre nella Southbank vi sono molti edifici enormi e, a mio parere, di scarso pregio architettonico, purtroppo Southwork è un grande cantiere.
Raggiungiamo la Waterloo Station per ritirare dal distributore i biglietti del treno per Salisbury, inseriamo la carta di credito utilizzata per la prenotazione, poi digitiamo il codice, tutto ok
Ci ricordiamo che in zona c’è un ristorante della catena Strada, camminando lo troviamo sulla Belvedere road, una strada pedonale lungo il Tamigi, Il locale gode di una vista invidiabile, anche per le pareti in vetro su tre lati.
All’uscita, vista mozzafiato della London Eye e il Big Ben illuminati, notevole anche il grattacielo Shard di Renzo Piano e la Swiss Re Tower, di Norman Foster, meglio conosciuta come la pigna o il cetriolo per la sua forma, però di notte spicca la parte alta da farla sembrare una palla da Baseball.
Martedì 9
Iniziamo la giornata con una passeggiata per le affollate vie del lusso partendo da Piccadilly, Regent Street e dintorni. Raggiungiamo Trafalgar Square, con l’altissima colonna con in cima la statua di Nelson e alla base quattro grandi leoni in bronzo, che rievocano le battaglie che aveva vinto, a lato della piazza la National Gallery, ricca di 2400 capolavori della pittura mondiale, l’edificio, in stile neoclassico con ampio colonnato. Poi la chiesa di St. Martin in the field, anche questa in stile neoclassico, con un portico a colonne e una bella guglia, l’interno è barocco, un bar ristorante nella cripta, devo dire che non ci ha entusiasmati.
Entriamo nella Galleria per visitare le sale che c’eravamo annotati, senza fare coda, passiamo per i rapidi controlli, l’ingresso è gratuito, fatto che consente di ritornare senza svenarci.
La Gallery è una delle più vaste del mondo, le opere sono esposte (dal medioevo al 1900), in ordine cronologico in grandi sale.
E’ stata la prima al mondo ad aprire le porte a tutti i cittadini, bambini compresi e a permetterne l’ingresso con qualsiasi abbigliamento.
Molti i capolavori di ogni epoca, fra tutti: Leonardo, Caravaggio, Van Eyck, Michelangelo, Van Gogh, Turner. Noi ci siamo soffermati su I coniugi Arnolfini e la Vergine della Rocce, quindi pranzo al bar della galleria.
Usciamo ripromettendoci di tornare per completare il nostro programma di visita .
Nel pomeriggio visita della British Library, la biblioteca nazionale.
L’edificio è in mattoni rossi molto grande, in uno stile moderno disposto su tre lati intorno ad un ampio cortile con spazio attrezzato con panchine e bar, su di un lato il monumento a Newton.
Si entra in un grande salone, circondato da ampie balconate, nei 4 piani delle sale di lettura, arredate con tavolini tipo bar e sedie
La Library non è solo biblioteca, ma anche un ricco museo che contiene una delle più grandi collezioni al mondo di libri antichi, documenti storici, letterari, manoscritti, mappe antiche e molto altro, sono esposti in un settore al piano terra nella Sir John Riblat Gallery, le sale sono piuttosto buie solo le teche di vetro, che contengono le opere, sono illuminate, secondo il progettista l’allestimento doveva evidenziare l’emergere dalle tenebre di queste opere fondamentali del pensiero umano, è un vero gioiello, abbiamo ammirato tra tutti: papiri greci, una Bibbia del 1455 stampata da Gutenberg , una delle 4 copie rimaste della Magna Charta, il Codex Sinaiticus ,una Bibbia in greco del IV secolo, i 4 Vangeli posseduti da Carlo Magno, un Corano del 704 d.c., libri e manoscritti antichi miniati o decorati, poi spartiti scritti da Hendel, Mozart, e molto altro di ogni parte del mondo, non pensavano tanta ricchezza, ultima nota: niente foto.
Usciamo per andare a Piccadily Circus e Soho dove passiamo la serata.

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


National Gallery e Trafalgar Square

Monumento a Nelson

National Library
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: ferny

  • fernando forner
  • Età 27886 giorni (76)
  • torino

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>